Coronavirus: Mastelloni propone "un'amnistia per 'decongestionare' le carceri"

Il procuratore capo propone anche una sanzione di almeno 500 euro per chi viola il DPCM: "Attualmente le denunce arrivano a centinaia al giorno, si rischia di ingolfare la giustizia"

Foto: Aiello

Il procuratore capo Carlo Mastelloni ha proposto un'amnistia o un provvedimento analogo che "decongestioni" le carceri per ridurre il rischio di contagi da Coronavirus. Inoltre, per i cittadini che si muovono contravvenendo al DPCM, la proposta è quella di comminare "una costosa sanzione amministrativa", che risulterebbe più efficace della denuncia penale che fa riferimento all'art.650 del Codice penale. Quest'ultima, secondo Mastelloni, rischierebbe di ingolfare l'attività giudiziaria ed ha tempi lunghi con istruzione e celebrazione dei processi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tensione al Coroneo, detenuti battono sulle sbarre: forze dell'ordine sul posto 

Le due proposte sono state lanciate oggi dal Procuratore capo, che ha risposto alla Rai Fvg a proposito della situazione nelle carceri. Mastelloni ha spiegato, a proposito del DPCM, che "Quotidianamente pervengono in Procura centinaia di verbali contravvenzionali relativi all'art.650. Visti anche i tempi lunghi per questo tipo di procedimento, credo che un deterrente maggiormente incisivo sarebbe una sanzione amministrativa di importo elevato, penso ad almeno 500 euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento