Cronaca

Ripartenza di matrimoni ed eventi, Confcommercio e Confartigianato chiedono a Fedriga una data

Fedriga rassicura: "Le proposte avanzate saranno inviate alla Conferenza delle Regioni per una valutazione"

Le filiere del wedding e degli eventi non possono più attendere. Ma se il protocollo per una ripartenza in sicurezza del comparto c'è, quello che manca è una data certa, nazionale, che sblocchi una situazione di perdurante stallo. Questo il tema dibattuto nel corso di un incontro in via telematica a cui hanno preso parte i presidenti di Confartigianato e Confcommercio Fvg, Graziano Tilatti e Giovanni Da Pozzo, il presidente Fedriga e l'assessore alle Attività produttive Sergio Bini. "La Regione - sottolineano Confartigianato e Confcommerci -  è intervenuta con i contributi del bando ristori, ma si tratta ora di prevedere una fase di riapertura per contenere i gravissimi danni subiti da un settore attraversato da molteplici attività".

Nel corso della videoconferenza i presidenti hanno anche consegnato agli esponenti della giunta una lettera: «Abbiamo molto apprezzato la sua sensibilità anche sui social media, dove ha manifestato una forte preoccupazione per il settore dei matrimoni – si legge a firma Tilatti e Da Pozzo nella lettera – ed è a lei che chiediamo, forte del suo ruolo importante e gravoso di presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, di farsi portavoce delle migliaia di aziende, delle famiglie, delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto, al fine di arrivare, il prima possibile, ad una ripartenza in piena sicurezza con protocolli da applicarsi in modo serio e capillare». Nell’occasione della videoconferenza il presidente Fedriga ha informato Confartigianato e Confcommercio di voler indirizzare immediatamente il documento al gruppo di lavoro della Conferenza che si occupa di aperture. «Per le imprese – le parole del presidente – l’attività programmatoria è fondamentale».

Nell’occasione della videoconferenza il presidente Fedriga ha informato Confartigianato e Confcommercio di voler indirizzare immediatamente il documento al gruppo di lavoro della Conferenza delle Regioni che si occupa di aperture. "La situazione di questi settori è particolarmente delicata, perché l'organizzazione di cerimonie ed eventi necessita di tempi certi. Soprattutto con la bella stagione alle porte per queste imprese l'attività programmatoria è fondamentale. Una criticità che intendo sottoporre presto al Governo per evitare che tali attività vengano ulteriormente penalizzate dalla pandemia" ha dichiarato il governatore del Friuli Venezia Giulia. Fedriga ha quindi sottolineato che "l'andamento della curva pandemica fa ben sperare, quindi stiamo valutando le migliori soluzioni possibili e le regole necessarie per consentire il riavvio delle imprese ancora bloccate a causa del virus. Auspico che dal confronto con il Governo previsto per questa settimana per valutare il nuovo decreto emerga la possibilità di anticipare le riaperture per molti settori produttivi".

L'assessore Bini ha infine evidenziato la "totale disponibilità della Regione al dialogo con le imprese e la volontà di continuare a supportare le aziende in difficoltà a causa della pandemia. Nello specifico, le imprese del wedding sono state inserite tra i beneficiari del terzo bando ristori emanato dalla Regione, ma per la ripresa del comparto è fondamentale che, nel rispetto di regole chiare, venga consentito il riavvio delle attività di un settore che non è limitato solo agli eventi, ma tocca molti altri comparti tra cui quello immobiliare e dell'arredamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartenza di matrimoni ed eventi, Confcommercio e Confartigianato chiedono a Fedriga una data

TriestePrima è in caricamento