menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Matteo Renzi a Udine, Serracchiani: «Siamo una regione che ha intenzione di dare e darsi tanta fiducia» (VIDEO)

È stata questa la fotografia che la presidente della Regione Debora Serracchiani, ha presentato al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi a Udine raccontando di un Friuli Venezia Giulia «che sta vivendo una stagione di grandi riforme, che accetta la sfida dei grandi cambiamenti con grande determinazione»

«Siamo una regione che ha intenzione di dare e darsi tanta fiducia, un Friuli Venezia Giulia dai dati straordinari (incremento dei contratti a tempo indeterminato, export, rifinanziamento dei muti casa) ma anche accogliente, generosa, che non ha paura della sua storia e che guarda con grande, grande coraggio al futuro».

È stata questa la fotografia che la presidente della Regione Debora Serracchiani, ha presentato oggi al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, al teatro Giovanni da Udine del capoluogo friulano, raccontando di un Friuli Venezia Giulia «che sta vivendo una stagione di grandi riforme, che accetta la sfida dei grandi cambiamenti con grande determinazione».

Così la presidente ha voluto ringraziare prima di tutto i sindaci del Friuli Venezia Giulia «per il loro lavoro complicato e difficile»; gli imprenditori, sottolineando come questa sia una regione di grandi industrie e di tante piccole e piccolissime aziende («le Pmi della tenace e tosta gente friulana» ha poi osservato Renzi), imprenditori che hanno anche bruciato i propri capitali per non mandare a casa i propri dipendenti; i lavoratori che hanno anche rinunciato ad un pezzo del loro stipendio quando si è trattato di sacrificarsi; il mondo della pubblica amministrazione, che ha accettato la sfida del cambiamento, che si trasforma, che capisce quanto sia importante mettersi in gioco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Una regione che dunque «si sente speciale, non solo a parole» ha rimarcato Serracchiani: una specialità che deve essere coniugata tutti i giorni, per continuare ad esprimere un modello come «lo siamo stati nei momenti più difficili di questo Paese e di questa nostra terra». E, ha aggiunto, «vogliamo continuare ad esserlo, esercitando quotidianamente la nostra specialità». Una specialità, sempre secondo la presidente, che ha portato il Friuli Venezia Giulia «ad andare avanti speditamente con le riforme, che in teoria potremo guardare da lontano ma che invece abbiamo voluto fare prima di altri».

«Vogliamo che la nostra specialità insegni al Paese cosa significa essere una regione che guarda negli occhi le crisi e che tenta di superare con tutte le sue forze». "Direi che oggi è stata una bella iniezione di fiducia, con una grande attenzione da parte del presidente del Consiglio, che ci rende ancora più saldi ad andare avanti", ha indicato Serracchiani.

E Renzi, nel suo intervento, ha chiesto «alla gente operosa del Friuli Venezia Giulia di dare una mano a ritrovare l'orgoglio delle radici», di aiutare un'Italia che può primeggiare a livello internazionale, di un Paese (rimarcando il successo di Expo Milano 2015) che primeggia nelle eccellenze. Eccellenze come il sistema dell'agroalimentare ("voi avete prodotti agroalimentari d'eccellenza" ha espressamente indicato Renzi) che nel complesso italiano contano per 36 miliardi di euro di export, compreso il comparto vitivinicolo, rispetto ad un mercato potenziale di 90 miliardi di euro.

Una fotografia del Friuli Venezia Giulia, quella mostrata al presidente del Consiglio, ricca e importante, piena di storia e di cambiamenti, con momenti e sfaccettature importanti e diverse, come quelle del Collegio del Mondo unito dell'Adriatico e della brigata alpina Julia, con il suo comandante Michele Risi, che Renzi ha incontrato oggi a Udine.

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento