Maxi sequestro di eroina al porto, i cani fiutano un carico da 50 chili

La droga è stata trovata all'interno di un autoarticolato iraniano grazie a Jamie e Felda. Arrestato il conducente

Un carico di eroina da 50 chili, nascosto in un camion iraniano. È quanto hanno scovato i militari della Guardia di Finanza di Trieste e i funzionari del Servizio antifrode dell’Agenzia delle dogane in servizio al porto. Hanno sequestrato un rilevante carico di droga sistemato all’interno di un autoarticolato proveniente dalla Turchia, appena sbarcato al punto franco nuovo. 

I cani

L’automezzo – selezionato attraverso una mirata analisi di rischio effettuata dalle Fiamme Gialle sui numerosissimi autoveicoli, camion e container in entrata ed in uscita dagli spazi portuali – è stato vincolato e sottoposto ad accurata verifica. Durante l’ispezione, Jamie e Felda, i cani antidroga in forza al reparto portuale, hanno fiutato qualcosa di sospetto al di sotto del piano di carico, in prossimità delle ruote del semirimorchio, richiamando l’attenzione dei militari. Continuando nei riscontri - effettuati anche con scansione dell’automezzo con apposita apparecchiatura a “raggi x” e con lo smontaggio di alcune parti meccaniche del veicolo - all’interno delle strutture degli assi del semirimorchio sono stati individuati diversi “panetti” contenenti eroina. 

Il nascondiglio

Gli involucri erano posizionati all’interno della cavità naturale dei semiassi, inseriti attraverso la creazione di un foro nello metallo. L’eroina è stata sottoposta a sequestro. Il conducente - Z.O. cittadino iraniano di 46 anni - è stato condotto al carcere del Coroneo a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra giovani armati di bastoni in largo Barriera, indagini della Polizia

  • "Scambio di persona", spunta un'altra versione sull'aggressione a Muggia

  • Lite in via Carducci, intervento della Squadra Volante

  • Segnala il furto di una macchina a Montedoro, ma per il Direttore e la Polizia non v'è traccia

  • Pugno di ferro del Questore, giù la saracinesca del bar Moderno

  • Maxi evasione per oltre due milioni di euro, nei guai autonoleggio con finte sedi in Slovenia

Torna su
TriestePrima è in caricamento