Migliaia di litri di rifiuti chimici sequestrati a Gorizia: una denuncia

Il materiale era stoccato senza autorizzazione. L'area e i rifiuti per un valore di 500 mila euro sono stati posti sotto sequestro

Sequestrati migliaia di litri di rifiuti liquidi chimici in una società di San Lorenzo Isontino in provincia di Gorizia operante nel settore della componentistica elettronica prima delle procedure di liquidazione. Il sequestro, come riporta Ansa FVG, è stato effettuato dai Carabinieri del Noe di Udine in una società di San Lorenzo Isontino (Gorizia) e il liquidatore è stato denunciato a piede libero.

Su richiesta dei Carabinieri il NOE è intervenuto e ha accertato violazioni penali. All'interno dell'area di circa 2 mila metri quadrati e in assenza delle necessarie autorizzazioni è stato rinvenuto uno stoccaggio di diverso materiale fra cui rifiuti liquidi chimici in 101 fusti da 200 litri ciascuno, 43 cisterne da un metro cubo, 100 fusti da 50 litri e una vasca di circa 50 metri cubi. L'area e i rifiuti per un valore di 500 mila euro sono stati posti sotto sequestro.

Gettare rifiuti dal finestrino, un atto incivile sanzionato dalla legge

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento