Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Duino-Aurisina / Via Auguste Piccard

Avvistate ai Filtri le "meduse cubo", una specie leggermente urticante

Assieme a Pelagia noctiluca, la Carybdea marsupialis è la specie più urticante presente nel Mare Nostrum, per quanto non pericolosa come le "cugine" tropicali. La riserva marina di Miramare: "Niente panico, ma prestate attenzione"

Provoca una puntura dolorosa di breve durata, si muove velocemente e durante le ore serali viene attratta verso riva dalle luci della costa. Si tratta della medusa scatola o medusa cubo (Carybdea marsupialis), l'unico cubozoo presente nel Mediterraneo e che è stata fotografata ieri sera ai Filtri di Aurisina da Roberto Valenti, fotografo subacqueo amico della Riserva Marina di Miramare. Si tratta di una specie "piuttosto rara e dalla quale tenersi a debita distanza", come dichiarano i biologi marini della riserva.

Gli altri avvistamenti

Il primo avvistamento per l'Adriatico risale al 1878 e dal 1900 è stata segnalata diverse volte in acque costiere in Emilia Romagna, Marche ed Abruzzo. Il primo avvistamento per il Golfo di Trieste è del 1989 nello stesso luogo in cui è stata osservata ieri sera, per continuare con diverse segnalazioni ogni anno per il Nord Adriatico. 

"Niente panico ma attenzione"

Come si vede nella foto di Valenti, questa piccola medusa trasparente ha un ombrello dall’inconfondibile forma cubica largo pochi cm e con 4 tentacoli lunghi fino a 30 cm su cui sono presenti molte cellule urticanti. Assieme a Pelagia noctiluca, la Carybdea marsupialis è la specie più urticante presente nel Mare Nostrum, per quanto non pericolosa come le "cugine" tropicali. Insomma, niente panico, ma prestate attenzione.

Riserva di Miramare, avvistate meduse uovo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvistate ai Filtri le "meduse cubo", una specie leggermente urticante

TriestePrima è in caricamento