rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
L'imbarcazione da 530 milioni di euro

L'oligarca russo fa ricorso al Tar contro il blocco del megayacht "A"

Martedì è stata ufficializzata la notizia. E' il secondo ricorso per contestare il congelamento di una risorsa economica dei magnati russi in Italia. Il primo riguardava "Lady M" nel porto di Imperia

L’oligarca russo Andrey Melnichenko presenta ricorso al Tar contro il congelamento del Sailing Yacht “A”, la yacht a vela più grande al mondo: è successo ufficialmente martedi scorso anche se la notizia era già trapelata sugli organi di stampa. Nel frattempo, come riporta il Piccolo, lo studio legale Vaccaro – Frizzi di Genova ha fatto sapere di non seguire più il caso, per motivi ancora non chiari. Al momento l’imbarcazione da 530 milioni di euro è ormeggiata all’arsenale San Marco. 

Il primo ricorso al Tar del Lazio per contestare il congelamento di una risorsa economica dei magnati russi in Italia era avvenuto a inizio mese relativamente al maxi-yacht Lady M (per un valore stimato di 65 milioni di euro) nel porto di Imperia. A quanto si apprende, il Tar del Lazio ha già fissato l'8 giugno prossimo la camera di consiglio per la discussione cautelare di questo primo ricorso. Lo stesso giorno potrebbe arrivare davanti ai giudici anche la questione relativa a Sy A.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'oligarca russo fa ricorso al Tar contro il blocco del megayacht "A"

TriestePrima è in caricamento