Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Manifesto mostra leggi razziali: il commento di Mentana

Mentana: "Sindaco, oggi più che mai, e quelle sue parole feriscono. Non solo, ma non smetto di guardare quel manifesto, e non capisco con che cuore, con che animo e con che raziocinio lei lo abbia potuto definire "esagerato". È storia, purtroppo. La nostra"

«"Quando ho visto quel titolo del Piccolo dell’epoca, così estremamente pesante, e con quella scritta lì sotto sul razzismo mi è sembrato esagerato. Dico io, dobbiamo ancora sollevare quelle cose?". Con queste parole il sindaco di Trieste ha spiegato il diniego del comune a ospitare la mostra sulle leggi razziali del 1938, preparata da docenti e studenti del liceo Petrarca». Comincia così il post pubblicato ieri, 14 settembre, da Enrico Mentana sulla sua pagina Facebook a proposito della polemica nata attorno al manifesto della mostra realizzata dal liceo Petrarca in occasione dell'80esimo anniversario delle leggi razziste.

«Le leggi che espellevano gli ebrei dalle scuole e poi dall'intera vita pubblica - continua Mentana- erano state promesse pochi mesi prima in un comizio di Mussolini, proprio a Trieste, e proprio dal balcone del comune. A Trieste operò poi l'unico campo di sterminio in terra italiana, la Risiera di San Sabba. "Dico io, dobbiamo ancora sollevare quelle cose?". Sì, sindaco, oggi più che mai, e quelle sue parole feriscono. Non solo, ma non smetto di guardare quel manifesto, e non capisco con che cuore, con che animo e con che raziocinio lei lo abbia potuto definire "esagerato". È storia, purtroppo. La nostra»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesto mostra leggi razziali: il commento di Mentana

TriestePrima è in caricamento