rotate-mobile
Il processo

Poliziotti uccisi, la nuova perizia: "Meran non è imputabile per vizio di mente"

Secondo la nuova perizia disposta dalla Corte d'Assise di Trieste il dominicano non è processabile. La decisione spetterà comunque al giudice

Alejandro Stephan Meran, l'uomo che il 4 ottobre 2019 ha ucciso due poliziotti negli uffici della Questura di Trieste, non è imputabile. Lo ha stabilito il professor Stefano Ferracuti, professore di Psicologia clinica alla Sapienza di Roma, incaricato dalla Corte d'assise di Trieste di una nuova perizia sull'imputato. Lo ha riportato il Tgr Rai Fvg.

Secondo Ferracuti, Meran, quando ha sparato agli agenti di polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, non aveva la capacità di intendere e volere. Il vizio totale di mente lo rende così non imputabile e non può essere processato.

La nuova perizia, disposta dalla Corte d'Assise alla luce delle contrastate conclusione dei periti precedentemente incaricati, dovrà essere discussa nella prossima udienza programmata il 14 marzo. L'ultima parola spetterà comunque al giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotti uccisi, la nuova perizia: "Meran non è imputabile per vizio di mente"

TriestePrima è in caricamento