Cronaca

Metanodotto Mestre-Trieste, questa mattina la discussione in consiglio comunale

La proposta di deliberazione avente oggetto il parere del Comune di Trieste sulla Valutazione di Impatto Ambientale statale relativa al progetto di rifacimento verrà discussa durante la mattinata. Inizio dei lavori alle ore 9. Decine di mozioni rimaste in sospeso: "pantigane sulle rive", "bestemmiare in pubblico" e molte altre discussioni importanti (periferie, bilancio partecipativo, Grande guerra) che iniziano a "pesare" sui lavori del consiglio

Consiglio Comunale questa mattina con inizio alle ore 9. La convocazione riguarda soprattutto la proposta di deliberazione avente oggetto il parere del Comune di Trieste sulla Valutazione di Impatto Ambientale statale relativa al progetto "Rifacimento Metanodotto Mestre-Trieste". Dopo l'ultimo consiglio comunale è emersa la volontà di riuscire a smaltire le decine di mozioni ferme e mai discusse da moltissimo tempo. Tra queste, le "solite" a firma del consigliere di Forza Nuova Fabio Tuiach sul bestemmiare in pubblico, la solidarietà a Pamela e informare i genitori dei pericoli del gender. 

Mesi in cui le mozioni sono rimaste a margine

C'è un po' di tutto all'interno delle mozioni che si possono leggere nella comunicazione del Comune. Spiccano, tra le altre, "le pantigane e i topi sulle rive" del forzista Bruno Marini, il potenziamento dei giubbotti antiproiettile alla Polizia Locale dei consiglieri di Fratelli d'Italia Claudio Giacomelli e Salvatore Porro, la richiesta di un riconoscimento agli eredi degli sminatori che nel 1945 prestarono la loro opera a Trieste e della concessione di una sala dove poter organizzare una mostra, mozione presentata dal consigliere Monica Canciani della Lega Nord nonché amministratrice del gruppo facebook "Trieste se pol far" (che muove migliaia di interazioni tra i cittadini). 

Alcune mozioni sono superate

Dopo gli arresti per spaccio (e quasi subito rilasciati come dichiarato dal segretario provinciale del Sap Lorenzo Tamaro) nella zona di via sant'Anastasio, Fabio Tuiach continua a proporre la mozione per intensificare i controlli nella zona dell'ex palazzo delle Poste, la richiesta sempre da parte della Canciani dell'esenzione del bollo per le auto storiche, i lavori da fare a Grignano e a Servola presentate da Antonella Grim e Giovanni Barbo del Partito Democratico, l'acqua della fontana del Giovanin in piazza Ponterosso, i flussi migratori, il bilancio partecipativo, l'obbligo vaccinale, il bando delle periferie e chi più ne ha più ne metta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metanodotto Mestre-Trieste, questa mattina la discussione in consiglio comunale

TriestePrima è in caricamento