Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Piazza Sant'Antonio Nuovo

"Mi manda RaiTre" a Trieste tra Coop, putizze e caffè: il report della puntata

Triplo collegamento in diretta questa mattina da piazza Sant'Antonio per la trasmissione di RaiTre "Mi Manda RaiTre". Nel primo collegamento spazio alle Coop, nel secondo al Porto Vecchio, mentre nell'ultimo spazio ai prodotti tipici locali

Triplo collegamento in diretta questa mattina da piazza Sant'Antonio per la trasmissione di RaiTre "Mi Manda RaiTre". Durante il primo blocco dalla durata di 3-4 minuti, l'inviato ha intervistato una delle socie delle Coop Operaie di Trieste ha brevemente ha illustrato la questione e le ultime novità (il concordato depositato il 16 marzo e la restituzione al momento di circa l'81% dei risparmi depositati alle Coop).

Il microfono è passato poi al sindaco Cosolini che ha affermato come «il Comune sia stato sempre e costantemente a fianco dell'amministrazione giudiziaria ed al contempo si sia stretto attorno ai risparmiatori, offrendo loro tra l'altro spazi per potersi riunire ed organizzarsi al meglio».

Qualche parola è stata anche detta da Don Fortunato della Chiesa di San'Antonio: il collegamento infatti, è stato realizzato dal sagrato della Chiesa a causa la forte pioggia in città. Il prete, approfittando dell'imminente domenica delle Palme, ha consegnato al sindaco un ramoscello d'ulivo di buon auspicio sia per la città che pe la buona riuscita della querelle Cooperative Operaie.

Durante il secondo collegamento attenzione è stata attribuita al Porto Vecchio, definito dall'inviato «opera post industriale di grande valore».

Sottolineato inizialmente come quella parte della città sia chiusa ed inutilizzata da oltre 50 anni, è stata successivamente descritta la 20150327_102345-2situazione odierna del porto. Il sindaco ha voluto ricordare come l'urgenza ora sia quella di attrarre investitori e come il Porto Vecchio «sia al momento il fronte mare più importante di tutta Europa da valorizzare. Tutto ciò che verrà ricavato verrà investito nel porto commerciale».

«Nei prossimi mesi l'attenzione si focalizzerà sulla fase di promozione e sul processo id valorizzazione» - ha concluso il secondo collegamento il sindaco.

Spazio alle specialità enogastronomiche locali nel turno ed ultimo collegamento. I dolci sono stati protagonisti ad inizio collegamento, con le putizze ed i presniz a farla da padrone. Parole di elogio anche per un'altra tipicità di trieste, il prosciutto caldo in crosta di pane. Non potevano mancare i vini (vitovska, malvasia e terrano), formaggi ed olii locali.

Approfondimento successivo sul caffè, di cui Trieste è una capitale della lavorazione e dell'esportazione (il porto di Trieste è infatti uno dei più importanti al mondo in questo settore).

Conclusione del collegamento con il borsino della spesa, e la relativa illustrazione dei prodotti offerti dal mercato con i prezzi.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi manda RaiTre" a Trieste tra Coop, putizze e caffè: il report della puntata

TriestePrima è in caricamento