rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Le opere attese

Ecco il Montebello Shopping Centre, a Klagenfurt il progetto dell'ex fiera

L'investimento è pari a 100 milioni di euro, porterà oltre 500 posti di lavoro e rivoluzionerà completamente l'area tra via Rossetti e piazzale De Gasperi. Prima delle opere va approvato il Piano Attuativo Comunale. Il sindaco Dipiazza a Mosser, numero uno della Mid: "Grazie a nome della città"

Si chiamerà Montebello Shopping Centre e porterà circa 550 posti di lavoro. I lavori di demolizione dell’ex fiera di via Rossetti dovrebbero partire tra “entro due mesi” e costituiranno la prima tranche di opere che nell’arco di tre anni restituirà la zona alla città. La nuova veste del comprensorio è stata mostrata questa mattina a Klagenfurt negli uffici della Mid, la holding austriaca che investirà nel progetto circa 100 milioni di euro. L'incontro riservato alla stampa ha visto la partecipazione del sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza e dell’investitore Walter Mosser. 

L’impresa è una holding realizzatrice di un centinaio di centri commerciali tra l’Austria e l’est Europa, ed ora anche in Italia. La documentazione – che prevede una presenza da otto milioni di visitatori l’anno, una quarantina di negozi, un supermercato Conad e una clinica privata – dovrebbe arrivare negli uffici del comune di Trieste nei prossimi giorni. Il piano attuativo mostrato alla stampa al momento è “un piano attuativo, vale a dire un progetto con indicazioni schematiche” ma durante la conferenza stampa sono stati proiettati alcuni rendering

Il centro commerciale sarà “totalmente green, con un efficientamento energetico garantito anche dalla presenza di fotovoltaico e pompe di calore”. È possibile che l’opera, una volta partiti i lavori, possa portare beneficio anche sul futuro progetto, Cassa Depositi e Prestiti permettendo, relativo al rinnovamento dell’ex caserma Vittorio Emanuele III. L'opera coinvolgerà l’area fino a revisionare totalmente piazzale De Gasperi, dove sorgerà anche un'area giochi per bambini. “Voglio dire grazie a nome mio e di tutta la città – ha affermato Dipiazza – e nonostante il momento drammatico che il mondo sta vivendo, Trieste sta correndo. Questa opera è una grande opportunità per tutti”. Lo smaltimento delle opere di demolizione richiederà il coinvolgimento dell'ex cava Faccanoni, come ai tempi dei lavori che interessarono lo snodo di Cattinara della Grande Viabilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il Montebello Shopping Centre, a Klagenfurt il progetto dell'ex fiera

TriestePrima è in caricamento