Lunedì, 15 Luglio 2024
Al confine tra Slovenia e Croazia

Aggrediscono la pattuglia mista che li aveva fermati, tre migranti in manette

Il fatto, come diffonde la questura di Capodistria, è avvenuto sabato sera nei pressi della stazione ferroviaria di Šapjane, non distante dal valico di frontiera di Rupa. Protagonisti tre giovani afghani. Verranno processati in Croazia. Il poliziotto sloveno ha riportato la frattura di una costola

Sono stati respinti in Croazia dopo aver aggredito un agente di polizia sloveno i tre cittadini afghani intercettati sabato sera a bordo di un treno partito da Fiume e diretto a Lubiana. I tre, rispettivamente di 21, 19 e 18 anni, dopo essere scappati dal luogo dove sono avvenuti i fatti (la stazione ferroviaria di Šapjane, pòoco distante dal confine di Rupa), sono stati arrestati il giorno seguente dalla polizia di Ilirska Bistrica. Il poliziotto ha 42 anni e ha riportato la rottura di una costola. Si trovava in territorio croato in virtù del servizio di pattugliamento misto che viene effettuato lungo la frontiera sloveno-croata. Sarebbe stato uno dei tre, secondo quanto riporta la questura di Capodistria, a spingere il poliziotto sloveno da dietro. L'agente è caduto lungo i binari della ferrovia ed è stato soccorso in loco. I tre cittadini si sono quindi dati alla macchia, venendo fermati il giorno seguente. Così la questura di Capodistria. "Si tratta di un evento unico, non sono mai stati registrati attacchi a personale di polizia da parte dei migranti che percorrono la rotta balcanica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediscono la pattuglia mista che li aveva fermati, tre migranti in manette
TriestePrima è in caricamento