Rotta balcanica, in treno da Trieste a Milano: fermati 10 minorenni a Mestre

I giovani sono tutti di nazionalità afghana e sono stati rintracciati dalla Polizia ferroviaria ieri 15 giugno dopo essere partiti dalla Stazione centrale del capoluogo regionale

foto Venezia Today

Dieci minorenni, tutti di nazionalità afghana ed irregolari sul territorio italiano sono stati rintracciati ieri 15 giugno dagli agenti della polizia ferroviaria di Mestre dopo essere scesi in stazione da un treno proveniente da Trieste. 

I giovani sono stati notati dalla pattuglia, in servizio di vigilanza, mentre vagavano spaesati e impauriti per lo scalo. Avvicinati con cautela dagli operatori, sono stati accompagnati in ufficio, dove hanno riferito di essere partiti dall’Afghanistan con l’intenzione di raggiungere la città di Milano, senza meglio specificare le modalità del viaggio, né fornire altre informazioni in merito. Accompagnati in ospedale per la verifica del contagio da Covid-19, i ragazzi sono risultati negativi al test e sono stati affidati alle comunità per minori della provincia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento