menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto VeronaSera

foto VeronaSera

Sette migranti scoperti in un vagone a Verona, erano passati per Opicina

Le sette persone sono state trovate all'interno di un convoglio ferroviario carico di mais che proveniva dalla Serbia ed era diretto in provincia di Mantova. Tutti in un'età compresa tra i 20 e i 25 anni

Sette migranti di nazionalità iraniana, afgana e marocchina e di età compresa tra i 20 e i 25 anni sono stati soccorsi oggi, 16 maggio, alle 11.30 alla stazione di Verona Porta Nuova dopo essere passati dalla stazione di Villa Opicina. Il gruppetto è stato trovato al binario 12, all'interno di un treno proveniente dalla Serbia e diretto a Poggio Rusco, in un vagone che trasportava mais.

I sanitari del 118, giunti con un'ambulanza e con un'automedica, hanno verificato le condizioni fisiche dei sette iraniani e per nessuno è stato necessario il trasporto in ospedale. Sul posto anche i vigili del fuoco e gli agenti della polizia ferroviaria di Verona, che hanno aiutato i profughi ad uscire dal vagone.

I sette migranti sono stati successivamente portati in questura per le identificazioni. Pare che siano entrati in Italia dal confine orientale e proprio uno di loro avrebbe chiamato il 112 per chiedere aiuto. La chiamata è stata poi girata alla Polfer e l'operatore di polizia è rimasto al telefono con il migrante di nazionalità marocchina per circa quaranta minuta prima che il vagone in cui si trovavano i sette stranieri venisse trovato da un operaio di una ditta ferroviaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Torta morbida cioccolato e cannella: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento