La Rotta non si ferma: rintracciati 57 migranti, una trentina i minorenni

Il cospicuo rintraccio è avvenuto alle prime luci di oggi 14 settembre. Critico il Sap con il ministero dell'Interno. Capitolo riammissioni: sono 20 le persone riconsegnate alle autorità slovene nel fine settimana

Sono 57 i migranti rintracciati nella zona di Dolina dalla Polizia di Frontiera di Trieste alle prime luci di oggi 14 settembre. Al momento il gruppo è stato distribuiti tra la tenda di Fernetti (33) e la caserma della Polmare (24). Di questi ultimi, 22 risultano minorenni mentre non si ha ancora evidenza dell'età del primo gruppo (anche se è accertata la presenza di minori anche in questo frangente). La quasi totalità delle persone in attesa dei controlli specifici in via di attuazione sono originarie dell'Afghanistan e dal Pakistan e tutti provengono dalla Rotta balcanica. 

Tre medici entrati in servizio a Fernetti

Per quanto riguarda la tenda a Fernetti, da mercoledì scorso sono entrati in servizio i tre medici neolaureati in carico al Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Giuliano Isontina. In merito all'odierno rintraccio non è tardata ad arrivare la presa di posizione del Sindacato Autonomo di Polizia di Trieste che, attraverso le parole del segretario provinciale Lorenzo Tamaro, ha reiterato la richiesta di rinforzi da destinare alle attività di contrasto e rilevato il "nulla di fatto" in riferimento alle promesse fatte dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in occasione del vertice in Prefettura della scorsa settimana.  

Riconsegnati 20 migranti, leggi l'ultima riammissione

Fenomeno riammissioni

"Stiamo ancora aspettando e non sappiamo nemmeno quale siano le consistenze di questi rinforzi, in termini numerici" ha fatto sapere Tamaro che sostiene come "l’ennesimo rintraccio copioso di oggi ripropone più che mai la necessità che si rivedano gli accordi bilaterali italo-sloveni sulle riammissioni che si stanno rivelando un buon strumento di contrasto al business dell’immigrazione clandestina". Infine, analizzando i dati dell'ultimo fine settimana forniti dal Dipartimento di polizia di Capodistria, si legge che le autorità italiane hanno riconsegnato ai colleghi della vicina Repubblica 20 migranti (18 cittadini pakistani e due di nazionalità bengalese). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento