Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Migranti, Serracchiani: «Isolare violenza di pochi arroganti»

La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, sulle continue aggressioni subite dal titolare di un locale kebab di nazionalità curda, da alcuni migranti afgani e pachistani

«La violenza degli arroganti non ha colore della pelle, lingua o religione: i richiedenti asilo che delinquono devono essere isolati e puniti».

Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, in relazione a quanto accaduto a un curdo titolare di un locale di kebab a Trieste, Feyzi Bulut, il quale, dopo essere stato a lungo vittima di violenze e angherie da parte di un gruppo di afghani e pakistani, ha denunciato i suoi aggressori.

La presidente, che ha contattato il Questore di Trieste per rendersi meglio conto di quanto avvenuto, ha espresso «solidarietà all'esercente che ha subìto questi soprusi» ed ha invitato «i molti cittadini stranieri che vivono a Trieste onestamente e perfettamente integrati a collaborare per isolare e segnalare gruppetti di sbandati o piccoli delinquenti che dovessero approfittare dello status di richiedenti asilo».

«I pochi simili episodi che vedono coinvolti migranti - ha aggiunto Serracchiani - sono ristretti in un ambito attentamente monitorato dalle Forze dell'ordine e fortunatamente circoscritto. La vigilanza deve tuttavia rimanere all'altezza, a tutela di un modello di convivenza per cui Trieste - ha concluso - si distingue da secoli».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Serracchiani: «Isolare violenza di pochi arroganti»

TriestePrima è in caricamento