Minacce di morte al sindaco Cisint

Arrivate in Municipio due mail indirizzate al primo cittadino. Nel testo, firmato "compagno cittadino" si legge: "La "resa dei conti" per lei e per le carogne nere". Serracchiani: "Fermiamo la spirale d'odio e di farneticanti minacce"

Alcune minacce di morte sono state pervenute al sindaco di Monfalcone Anna Cisint il 6 e il 20 agosto.  Si tratta di due mail, di cui una, quella del 20 agosto, firmata da "il compagno cittadino".

Nel dettaglio, come riporta il Gazzettino, nel messaggio si legge: "Cara podestà, adesso che le sue spalle non sono più coperte dal "ministro della paura", per usare lo slogan del suo demente sodale, "la pacchia è finita", anche per lei".

"Adesso - prosegue -, considerato che per voi "fascioleghisti" si mette male, le consiglio di riflettere bene sulle sue scelte da regime color orbace. Liberi la biblioteca comunale, consenta ai cittadini di leggere ciò che vogliono e non ciò che vuole lei; riponga nel cassetto delle sue idee malsane il progetto delle "liste di proscrizione" per gli insegnanti e tenga presente che la "resa dei conti" per lei e per le carogne nere delle quali si circonda è sempre più vicina". La lettera termina con un invito al suicidio.

Immediata la reazione degli altri esponenti politici che hanno espresso la loro solidarietà alla sindaca: “Fermiamo la spirale d'odio e di farneticanti minacce che sta inquinando la serena attività delle istituzioni, della politica e soprattutto si insinua in modo subdolo nella vita delle persone - ha dichiarato Serracchiani - . L'attacco subito dalla sindaca Cisint è robaccia da condannare: si può essere lontani anni luce dalle posizioni politiche di qualcuno, ma il perimetro del rispetto non si supera mai”.

“Ormai si moltiplicano in modo insopportabile – aggiunge Serracchiani - parole e atti che configurano minacce, indicano nemici, dividono la comunità. Anche l'altra notte, davanti alla sede del Pd a Trieste è stato appeso da ignoti un altro striscione contro il partito. Diamo tutti una mano a invertire la rotta prima che sia troppo tardi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento