Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Il Ministro dell'agricoltura a Trieste: «Vantaggi da lavori sinergico, occhio attento al Carso»

Ricevuto dal sindaco il ministro dell'agricoltura. Nel corso della riunione delineato un piano di lavoro per valorizzare il territorio e le sue peculiarita'. Interessanti prospettive dai fondi ocm internazionali e regionali

Si passa da una fase di rivendicazione di un territorio, che si sentiva incompreso, ad una fase progettuale che trova ora degli interlocutori che vedono  in esso una punta avanzata per lo sviluppo del settore agricolo e delle sue produzioni di qualità, sia a livello nazionale e che internazionale.

E questo in estrema sintesi il primo commento del sindaco di Trieste al termine dell'incontro, con il il ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, svoltosi questa mattina (lunedì 2 maggio) nel salotto azzurro del Comune, presenti tra gli altri anche l'assessore regionale alle Risorse agricole e forestali,  parlamentari e regionali, assessori comunali, sindaci della provincia di Trieste e i presidenti delle locali Associazioni agricole di categoria.

L'esponente del governo ha ribadito la massima disponibilità alle istanze del settore agricolo del nostro territorio, sottolineando la necessità di insistere e far diventare sempre più competitive esperienze, particolarità e sensibilità maturate, anche attraverso un lavoro sinergico, fatto giorno per giorno, utilizzando i vari strumenti oggi a disposizione. Il ministro per le Politiche agricole -riprendendo le sollecitazioni in primis del sindaco di Trieste e dei rappresentanti istituzionali e di categoria intervenuti- ha confermato la necessità di un piano di lavoro fatto di 4-5 punti, in grado di responsabilizzare istituzioni e operatori, definendo in modo serio e puntuale obiettivi e avanzamenti operativi utili per tutti. Superando facili protocolli si è guardato quindi ad una proposta di lavoro che passa attraverso le novità e il giusto binario rappresentato dalle doc Transfrontaliera e del Friuli, ma soprattutto sulle possibilità di fare del Carso  e del Friuli i territori per sperimentare e sfruttare al meglio i contributi OCM internazionali e interregionali previsti e che sono aggiuntivi a quelli regionali. Massima attenzione a lavorare insieme anche sui fronti del recupero a livello agricolo e agroalimentare delle aree demaniali, civili e militari, presenti sul territorio.

Da sottolineare infine che ,in apertura dell'incontro, il sindaco di Trieste, portando al ministro il benvenuto della città e degli operatori presenti, ha sottolineato le peculiarità del territorio del Carso, mettendo in luce gli aspetti naturalistici, identitari-culturali e turistici, oltre che le storiche produzioni di qualità legate al vino e all'olio. Tra le sottolineature e le questioni aperte sono state evidenziate le criticità per un intervento di riequilibrio idrogeologico (pastinature), del pieno rispetto dell'ambiente, della semplificazione dei vincoli e della tutela del territorio del Prosecco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Ministro dell'agricoltura a Trieste: «Vantaggi da lavori sinergico, occhio attento al Carso»

TriestePrima è in caricamento