Cronaca

Ministro Lorenzin a Trieste sui vaccini obbligatori: «Importante lavorare su prevenzione e invecchiamento attivo»

Accolta dall'assessore Grilli e presidente Gabrielli: «Trieste è da sempre un laboratorio importante che investe molto e di più nei servizi sociali e vuole continuare a farlo»

Il Comune di Trieste con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia sta lavorando e cercando di portare a termine un importante ed innovativo progetto che, coinvolgendo Università e realtà scientifiche e di ricerca presenti sul territorio, punta a far fronte e ad andare incontro alle problematiche degenerative dell'Alzheimer e della demenza dell'età senile. Lo ha detto l'assessore alle Politiche sociali Carlo Grilli ricevendo questo pomeriggio (mercoledì 12 aprile) nel salotto azzurro del palazzo municipale il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Nel corso dell'incontro, presente anche il presidente del Consiglio comunale Marco Gabrielli, l'assessore Grilli ha portato al ministro Lorenzin il saluto ufficiale della città e quello particolare del sindaco Dipiazza, assente perchè impegnato nella concomitante prima riunione del Comitato portuale. «Trieste - ha detto Grilli - è da sempre un laboratorio importante che investe molto e di più nei servizi sociali e vuole continuare a farlo». L'assessore Grilli e il presidente Gabrielli hanno inoltre evidenziato il costante impegno profuso anche a favore dei giovani con disabilità (oltre 400 persone coinvolte), nonché la validità e il valore della scelta adottata dal Comune di Trieste che ha reso obbligatorie le vaccinazioni per gli iscritti nelle scuole e strutture educative comunali».  

Una scelta quest'ultima particolarmente apprezzata dal ministro Lorenzin che ha ribadito anche e più in generale «l'importanza e l'impegno a lavorare molto sulla prevenzione e sull'invecchiamento attivo», organizzando bene e sempre meglio i servizi delle nostre città e il loro modello di sviluppo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ministro Lorenzin a Trieste sui vaccini obbligatori: «Importante lavorare su prevenzione e invecchiamento attivo»

TriestePrima è in caricamento