La baia di Grignano si rifà il look, lavori al via nel 2020

Il progetto è nella sua fase definitiva e il sindaco Dipiazza ha annunciato lo "sblocco" dei fondi destinati all'area proprietà del Demanio regionale. In arrivo circa 4 milioni e mezzo di euro. L'idea dell'ascensore per portare i turisti dal mare al castello di Massimiliano e Carlotta

Grignano potrà finalmente tornare al suo splendore e magari avere anche un ascensore che dal mare possa condurre al castello di Miramare. L'annuncio dei lavori per la baia dietro a cui Massimiliano decise di realizzare uno dei manieri più suggestivi al mondo, è arrivato da parte del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza nella serata di ieri 1 luglio.

Intervenuto in occasione della presentazione del sesto numero della rivista Ies, trimestrale nato da un'idea di Federico Prandi e dedicato al turismo sul confine orientale, il primo cittadino ha fatto riferimento al fatto che "se da un lato ci sono tante cose belle che abbiamo realizzato, una in particolare era ancora in stand by ma grazie alla Regione verranno finalmente investiti circa 4 milioni e mezzo di euro per la riqualificazione di quest'area". 

Dipiazza ha indicato come "ancora tre anni fa avevamo parlato con l'allora presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che aveva supportato il progetto, come d'altronde ha continuato a fare Massimiliano Fedriga. Abbiamo lavorato bene con entrambi affinché la situazione di degrado che si era creata potesse essere solo un vago ricordo". 

L'ipotesi ascensore

L'intervento, che da indiscrezioni dovrebbe concentrarsi maggiormente sulla riqualificazione del manto stradale e dei parcheggi nell'area dei pini marittimi - che sembra non verranno toccati, anche se per ulteriori dettagli ci vorrà del tempo - sarà realizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Da un lato la Giunta ha già oltre il 60 per cento dei finanziamenti disponibili, ma inserirà un ulteriore milione e mezzo di euro nella prossima variazione di bilancio, questo come appreso da fonti vicine al sindaco. "Magari riusciremo a fare anche l'ascensore per portare i visitatori da Grignano al castello di Miramare" ha concluso Dipiazza ieri sera, strappando un sorriso alla Direttrice del parco e castello, Andreina Contessa. Il progetto è comunque nella sua fase definitiva e i lavori potrebbero partire già all'inizio del prossimo anno. 

Un regalo alla città

Massimiliano riparò nella baia di Grignano perché colpito da un fortunale mentre stava veleggiando. Le cronache dell'epoca raccontano che un contadino della zona offrì la sua casa come rifugio dove passare la notte e il futuro imperatore del Messico, colpito dalla bellezza dell'insenatura, decise di fare un regalo a lui e alla sua Carlotta. I lavori che attendono da anni potrebbero restituire la baia di Grignano ai molti triestini e non che l'amano fino a considerarla, un po' come gli Asburgo, un riparo sicuro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento