Modi insistenti e minacciosi: parcheggiatore abusivo sanzionato e denunciato dalla Polizia locale

Con se non aveva documenti eccetto un permesso di soggiorno scaduto: è risultato poi anche essere stato espulso dall'Italia

foto di repertorio

«Presenza sul territorio per una città più sicura e più bella ma soprattutto per il rispetto della legalità». Questo l'intento della Polizia locale e dei controlli che mirano al decoro urbano come qualche sera fa quanto una pattuglia stava passando lungo le Rive ed è stata avvicinata da un cittadino che indicava la presenza dei "posteggiatori abusivi", un po' più lontano; il cittadino - spiega una nota stampa - parlava di modi insistenti, minacciosi e si dichiarava timoroso di lasciare il suo mezzo incustodito.

Gli operatori così hanno rintracciato, davanti al Salone degli Incanti, un ragazzo con un po' di cianfrusaglie da scambiare con le offerte di denaro: non aveva documenti d'identità con sé, ad eccezione di un permesso di soggiorno scaduto nel 2015. Non solo, dall'archivio del Ministero dell'Interno si scopriva avere altri precedenti penali e un decreto di espulsione dal territorio nazionale, scaduto il 30 maggio dell'anno scorso. 

Si è reso perciò necessario accompagnarlo prima in Questura per la fotosegnalazione e poi alla Caserma San Sebastiano dove si è formalizzata la denuncia per inosservanza dell'ordine del Questore e la sanzione amministrativa per aver infranto il nuovo Regolamento di polizia urbana che implica anche il sequestro della merce ai fini della confisca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Natale, come arredare l'appartamento con stile ed eleganza

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Brutto incidente in via Costalunga, un ferito

  • Uccise Nadia Orlando: si suicida dopo la condanna a 30 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento