Cronaca

Molestie a giovani calciatori, Ezio Peruzzo: “Agito subito, ora fiducia nella Giustizia”

Il presidente del San Luigi: "L'allenatore è stato esonerato in pochi giorni dalla prima segnalazione. Ci dispiace molto per i bambini, le famiglie e la società tutta. Un fatto molto triste, qualcosa che non mi era mai successo in 36 anni di presidenza"

Foto di repertorio: Citysport

Dopo lo sconcertante caso delle molestie sessuali verso giovani calciatori sotto i 14 anni, che vede ora indagato un allenatore 48enne del San Luigi, interviene in merito il presidente della società Ezio Peruzzo, che ha raccolto le segnalazioni dei genitori e ha portato il caso in Procura.  “Giovedì scorso – spiega Peruzzo -, appena saputo del primo caso, quello riguardante il messaggio dell'allenatore al bambino, abbiamo incontrato la famiglia che ce l'ha segnalato e poco dopo abbiamo ricevuto una seconda segnalazione. Abbiamo quindi sospeso gli allenamenti previsti da lunedì”. 

“Abbiamo iniziato a indagare – continua il presidente - per quanto ci è stato possibile e abbiamo scoperto altri due casi. A quel punto abbiamo indetto una riunione con tutti i genitori del gruppo, spiegando la situazione, e abbiamo esonerato il mister dal suo incarico, prima verbalmente poi con una raccomandata, dopo aver notificato l'esonero al centro federale. Dopo aver chiesto il permesso dei genitori e aver indetto un direttivo abbiamo fatto la segnalazione in Procura con i nomi dei minori”. 

Un grandissimo shock e una ferita nell'anima della società sportiva, che ha portato il suo presidente  a compiere scelte drastiche: “Crediamo di aver agito nel giusto, ci siamo anche consultati con un legale e uno psicologo per poter gestire anche l'aspetto umano della situazione. Ci dispiace molto per i bambini, le famiglie e la società tutta. Un fatto molto triste, qualcosa che non mi era mai successo in 36 anni di presidenza. Non c'è niente da nascondere, abbiamo fiducia nella Giustizia, che ora farà il suo corso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestie a giovani calciatori, Ezio Peruzzo: “Agito subito, ora fiducia nella Giustizia”

TriestePrima è in caricamento