menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio: Matteo Nedok

Foto di repertorio: Matteo Nedok

Presunte molestie su minori: la Juventus "rompe" con il San Luigi

Sciolto il contratto di collaborazione "finché la vicenda non sarà chiarita". Era motivo di vanto, per la società sportiva triestina, il “Progetto scuola calcio Juventus Italia”, di cui facevano parte solo una ventina di club in tutta Italia

La Juventus scioglie la partnership on l’Asd San Luigi dopo l’arresto dell’allenatore accusato di molestie sessuali su calciatori minorenni. Il sodalizio era iniziato nel 2015 e la scadenza era fissata il prossimo giugno, ma ora il contratto è stato sospeso in anticipo. Era motivo di vanto, per la società sportiva triestina, il “Progetto scuola calcio Juventus Italia”, di cui facevano parte solo una ventina di club in tutta Italia, ed era l’unico caso in tutto il Fvg. Un’occasione di grande visibilità per i giovani giocatori, che potevano indossare la maglia recante il logo della Juve. 

Come dichiara al Piccolo il presidente Ezio Peruzzo, una lettera inviata dalla Juventus specifica che “in base al loro codice etico, quanto accaduto non è ammissibile, e il rapporto è sospeso finché la vicenda non sarà chiarita”.

Peruzzo aveva in precedenza dichiarato a Trieste Prima che la società stessa, appena ricevuta la prima segnalazione dai genitori di uno dei ragazzi, si era immediatamente attivata per indagare su ulteriori casi e aveva collaborato con le autorità per portare alla luce il dramma. 

Il presidente dichiara: “mi auguro che una volta chiarito tutto riusciremo a tornare a lavorare con la Juve”. Poche settimane fa, inoltre, la Figc ha deciso di sospendere al club la certificazione della Scuola calcio d’élite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento