Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Mondiali di Pallavolo: La passione e il colore dei tifosi bulgari

17.50 - Una ventina di supporter al seguito della Nazionale, giunti a Trieste dalla madrepatria e dal mondiale maschile in Polonia

Sulle tribune del PalaRubini, in questa giornata inaugurale del girone triestino dei Mondiali di Pallavolo femminile, si sono visti supporter serbi, camerunensi, turchi, qualche canadese e naturalmente le bandiere brasiliane. Ma quelli più organizzati, con tanto di tamburi, striscioni e stendardi tricolori erano sicuramente i tifosi bulgari, arrivati dal Sud dei Balcani per seguire la propria Nazionale. Anzi, fra la ventina di aficionados dell’Est Europa, una parte consistente è giunta al palasport direttamente dalla Polonia, dove in queste settimane hanno ammirato dal vivo la loro selezione maschile ai Campionati del mondo chiusisi due giorni fa a Katowice.

«Siamo un gruppo ben organizzato – racconta il folcloristico Georgy Kristov da Plovdiv, che sembra il capo carismatico dei pacifici ultrà della Bulgaria – e seguiamo quasi dappertutto la nostra squadra. Alcuni di noi sono arrivati a Trieste già ieri e hanno avuto l’opportunità di visitare la città, che ci è piaciuta tantissimo. Dove arriverà la nostra Nazionale? Puntiamo a passare la prima fase; siamo cresciuti tanto negli ultimi anni e anche stasera, nonostante la forza del Brasile, abbiamo dimostrato di potercela giocare.» Gli fa eco Atanas Georgiev, arrivato da Varna, la perla del Mar Nero, per assistere al match: «Ce la giocheremo con Serbia e Turchia ma siamo fiduciosi: questo gruppo è migliorato tantissimo e con il nostro sostegno potrà arrivare lontano.»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiali di Pallavolo: La passione e il colore dei tifosi bulgari

TriestePrima è in caricamento