Lutto nel mondo della Polizia

Addio a Rosa Scafa, prima poliziotta italiana: era triestina d'adozione

Si è spenta all'età di 98 anni. Aveva fatto parte della Polizia civile di Trieste, della Polizia femminile e, dal 1981, della Polizia di Stato. Aveva alle spalle 33 anni di servizio. Il Questore Ostuni: "Era un'istituzione e un esempio da seguire"

E' deceduta oggi all'età di 98 anni Rosa Scafa, prima poliziotta italiana. Nata a Vibo Valentia e triestina d'adozione, aveva alle spalle 33 anni di servizio, dal 1952 al 1985. Aveva fatto parte della Polizia civile di Trieste, della Polizia femminile, sciolta nel 1981, e in seguito della Polizia di Stato. Si era trasferita a Trieste all'età di 22 anni, raggiungendo i familiari, già emigrati in precedenza. Nel 2010 era stata nominata Grande Ufficiale della Repubblica dall'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del 50esimo anniversario della presenza delle donne nelle forze di polizia.

Così la ricorda il Questore di Trieste Pietro Ostuni: "Siamo più che addolorati, Rosa Scafa per noi era un'istituzione. L'avevo incontrata prima di Natale, ero andato a casa sua per farle gli auguri e ho trovato una donna forte, intelligente, motivata nonostante la sua età. Per noi è stata un punto di riferimento e un esempio, che dovremo seguire e conservare dentro di noi. La sua morte ci addolora particolarmente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Rosa Scafa, prima poliziotta italiana: era triestina d'adozione
TriestePrima è in caricamento