menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Debora Serracchiani e Ettore Romoli

Debora Serracchiani e Ettore Romoli

Morte Romoli, Serracchiani e Pd: «Il Friuli Venezia Giulia perde un galantuomo»

Bolzonello: «Fvg perde uomo di garbo istituzionale». De Monte: «Mente acuta e persona corretta e gentile»

«Il Friuli Venezia Giulia perde un galantuomo. Ettore Romoli è stato un amministratore e un politico verso cui ho nutrito profonda stima e con cui ho avuto rapporti di vera collaborazione, anche se militava su un altro fronte». Così la deputata del Pd Debora Serracchiani ha espresso il suo cordoglio «prima di tutto ai familiari, che gli sono stati vicini con affetto fino alla fine», per la scomparsa del presidente del Consiglio regionale Ettore Romoli.

«Ricordo la bellissima giornata che ci ha visto assieme – ha aggiunto Serracchiani - nella sua Gorizia alla cerimonia per il centenario della presa della città: Romoli aveva uno stile al tempo stesso istituzionale, sorridente e accogliente. La sua esperienza e il suo equilibrio mancheranno a tutti».

Così si esprime invece il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sergio Bolzonello: «La scomparsa di Ettore Romoli ci rattrista profondamente. La comunità del Friuli Venezia Giulia perde una figura che ha contributo alla crescita delle istituzioni. E proprio per quel suo essere uomo di istituzioni è sempre stato capace di instaurare, con il garbo che lo contraddistingueva, un dialogo che prescindeva dalle appartenenze politiche. Ne ha dato prova fino all'ultimo, sempre istituzionalmente corretto e capace di compiere scelte con la propria testa. Con questo spirito lo abbiamo sostenuto al momento dell'elezione alla carica di presidente del Consiglio regionale e con questo spirito lo ricorderemo».

Isabella De Monte, europarlamentare Pd, lodefinisce invece: «politico e amministratore di lunga esperienza, mente acuta e persona corretta e gentile, che in questi anni ho apprezzato e stimato. Ho avuto modo di conoscere Ettore Romoli in particolare nei miei anni da sindaco attraverso il suo lavoro in Anci. Sempre garbato e rispettoso nei confronti di tutti, mai sopra le righe, Romoli incarnava quell'idea di politica perbene, seria e mai sguaiata, della quale sentiamo troppo spesso la mancanza oggi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento