Cronaca

Morte Spiro Dalla Porta Xydias, Torrenti: «Trieste e Fvg perdono grande uomo» 

L'assessore regionale Gianni Torrenti, ricorda Spiro Dalla Porta Xydias, morto alla vigilia dei cent'anni

«Trieste e l'intero Friuli Venezia Giulia perdono un grande uomo. Un autentico personaggio che lascia una traccia indelebile nel mondo dell'alpinismo, che fu una delle sue grandi passioni, e che ha inciso fortemente nella vita culturale ed artistica delle nostre terre».

Con queste parole l'assessore regionale alla Cultura e allo sport, Gianni Torrenti, ricorda Spiro Dalla Porta Xydias, morto ieri sera alla vigilia dei cent'anni,  che avrebbe compiuto a febbraio.

«È profondo - sottolinea Torrenti - il cordoglio della Regione per la scomparsa di uno dei suoi rappresentanti più autorevoli ed illustri, che consacrò la sua vita ad un alpinismo inteso non come attività sportiva ma come disciplina artistica e, quasi, spirituale, che lo fece anche diventare un cantore della montagna, attraverso l'attività letteraria e la regia».

Di Dalla Porta Xydias Torrenti evidenzia in particolare che fece parte del gruppo dei "Bruti de Val Rosandra", ai quali aveva dedicato l'omonimo libro, vincitore del "Premio Cortina" 1951, e che collaborò anche con la stessa Regione Friuli Venezia Giulia.

«Con le produzioni televisive che fanno capo all'Agenzia di stampa Regione Cronache - ricorda l'assessore - ha partecipato alla produzione di due film documentari: 'Montanaia sogno di pietra', realizzato con Mauro Corona in occasione dei cent'anni dalla prima ascensione a quella vetta, che fu la montagna della sua vita, e "Giusto Gervasutti, il solitario signore delle montagne" del 2008, girato a cent'anni dalla nascita del famoso alpinista friulano che Spiro aveva conosciuto, così come aveva incontrato e si era legato in cordata con molti dei principali protagonisti della storia alpinistica del secolo scorso».

«Spiace che sia morto a poche settimane dal compimento dei 100 anni. So che si stavano preparando per lui dei grandi festeggiamenti, sia tra gli alpinisti del Cai e del Soccorso alpino che anche nell'ambito della Comunità Greco Ortodossa di Trieste, che lo aveva nominato da poco personaggio onorario. Sono convinto - conclude Torrenti - che la macchina organizzativa non si fermerà e nel centenario della nascita si potrà ancora parlare di questa grande figura».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte Spiro Dalla Porta Xydias, Torrenti: «Trieste e Fvg perdono grande uomo» 

TriestePrima è in caricamento