Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Il Covid si è portato via Pietro Colavitti, è stato amico e uomo di fiducia del sindaco Dipiazza

Il commercialista è morto all'età di 71 anni. Il primo cittadino: "Oggi un grande amico è andato avanti come dicono gli alpini. Riposa in pace caro Piero"

Nel pomeriggio di oggi, 21 aprile, è morto di Covid Pietro Colavitti. Aveva 71 anni. A darne notizia è stata la figlia, Martina Colavitti, che con un post Facebook ha salutato il padre: "Non mi sembra vero, ditemi che è un incubo. Addio papà, ora non soffrirai più".

Nato a Monopoli, Colavitti si trasferì a Trieste poco più che ventenne. Il suo è un lungo e prestigioso curriculum, che negli anni ha saputo raccontare un uomo determinato ed intraprendente. Fu revisore di conti di molte società triestine, e anche del Comune di Muggia all'epoca di Dipiazza. Con quest'ultimo si instaurò un legame di reciproca stima e fiducia. Ricoprì inoltre il ruolo di presidente di PromoTrieste e fece parte del consiglio di amministrazione dell'Università Popolare. All'inizio della sua carriera, dopo aver vinto un concorso del Ministero delle Finanze, svolse servizio presso l'Ufficio IVA di Trieste. Attualmente ricopriva i ruoli di consigliere di Esatto e sindaco revisore di Adriafer.

"Oggi un grande amico è andato avanti come dicono gli alpini. Riposa in pace caro Piero" scrive il sindaco Dipiazza per ricordarlo. Nella sua cerchia di amicizie, anche Vittorio Sgarbi che nel corso dell'inaugurazione della mostra mercato Trieste Antiqua a cui aveva presenziato come ospite, lo aveva definito la "persona che ha maggior visibilità a Trieste", "anche prima del sindaco". "Un uomo dalla forte personalità, vivacità intellettuale e competenza - scrive Giorgio Cecco coordinatore triestino di ProgettoFvg in una nota stampa -, sicuramente una perdita per la comunità, le nostre più sentite condoglianze alla famiglia"

Sg

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid si è portato via Pietro Colavitti, è stato amico e uomo di fiducia del sindaco Dipiazza

TriestePrima è in caricamento