menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto dopo l'incendio dell'auto: la vittima un 75enne che viveva come un senzatetto

L'uomo aveva un alloggio a pochi metri dal parcheggio in cui aveva allestito un "accampamento"

Si chiamava Marino Fabris l'uomo deceduto ieri mattina in seguito alle gravi ferite riportate nell'incendio che ha distrutto l'auto in cui il 75enne ormai viveva con tutti i suoi effetti personali, in un parcheggio di viale Campi Elisi.

Le fiamme sono divampate la sera di martedì 15 maggio; a innescare l'incendio probabilmente una sigaretta ancora accesa che Fabris stava fumando prima di addormentarsi. I Vigili del fuoco intervenuti per spegnere il rogo, hanno invece fatto la drammatica scoperta: l'uomo era incosciente all'interno dell'auto, una vecchia Volkwagen Passat station wagon) in cui ormai il fumo aveva satura l'aria. 

Una volta estratto dalla vettura, Marino Fabris è stato trasportato con la massima urgenza all'ospedale di Cattinara dove però è deceduto.

La Polizia nel frattempo ha indagato per capire come mai l'uomo, ex portuale, fosse nell'auto, diventata il suo alloggio, con tanto di sedie e tavolino intorno come una roulotte in un campeggio. Si è scoperto che Fabris non era un senzatetto, anzi aveva un appartamento in uno stabile poco lontano dal parcheggio. Una situazione nota ai residenti che - rivelano alcuni - era dovuta a problemi di alcol e disagi psichici. "Vicini" anche spaventati da alcuni suoi scatti d'ira e minacce. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Tradizioni del Carso: perché andar per osmize

social

Festa della Donna: le idee regalo per sorprendere chi ami

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento