Cronaca

Addio a Luciano Michelazzi, padre del canottaggio italiano

Giudice arbitro internazionale, persona di grande spessore nel canottaggio regionale, nazionale e internazionale

«È con grande dispiacere che abbiamo appreso, questa mattina, la notizia della scomparsa di Luciano “Ciano” Michelazzi. Giudice arbitro internazionale, persona di grande spessore nel canottaggio regionale, nazionale e internazionale, lo ricordiamo per la simpatia e la gentilezza nei confronti di noi tutti.
Oggi, perdiamo un grande amico che rimarrà per sempre nei nostri cuori.
Ciao Ciano»

Il Circolo Canottieri Saturnia saluta così Luciano Michelazzi, padre del canottaggio italiano, deceduto nella mattina di ieri,15 settembre.
Detto anche "Ciano", Luciano Michelazzi è stato
atleta, dirigente, giudice arbitro e memoria storica del canottaggio italiano ed internazionale.
 

Luciano Michelazzi

Avvicinatosi al canottaggio come atleta, dal 1947 al 1952, alla “sua” Ginnastica Triestina, rimase sempre attaccatissimo al Club biancoceleste della Sacchetta, del quale fu anche Presidente, oltre ad altri ruoli all’interno del Direttivo, ma anche uno dei partecipanti al Raid Trieste-Zara in yole a 4 nel 1975, e curatore del museo Storico nella sede di via della Ginnastica.

Una ricca carriera dirigenziale, da Segretario del Comitato Regionale V Zona dal 1961 al 1980, a Presidente dal 2001 al 2004, ma anche Consigliere Federale dal 1981 al 2000, nel 1984 fu colui che favorì l’Istituzione della Coupe de la Jeunesse su incarico dell’allora Presidente d’Aloja. Brillante fu la sua carriera di giudice arbitro nazionale ma soprattutto internazionale, dal 1962 fino al compimento del 65° anno di età, partecipando in giuria anche alle Olimpiadi di Los Angeles ‘84, facendo parte nel contempo, per 12 anni, della Commissione FISA Juniores.

Nel 1980 Cavaliere della Repubblica, nel 1982 Stella d’oro del CONI al Merito Sportivo, Socio Onorario della FIC, Decano dello Sport al Panathlon di Trieste, a giugno era intervenuto di persona a ritirare il diploma della Federcanottaggio per i festeggiamenti dei 130 anni, salutato da un’autentica standing ovation da parte di tutti i premiati presenti.

Venerdì scorso 7 settembre a Villach (Austria) fu il primo che chiamò telefonicamente il Presidente D’Ambrosi per conoscere i risultati del 61° Incontro Esagonale Giovanile, vinto anche stavolta dal Friuli Venezia Giulia.

Con Luciano Michelazzi se ne va un pezzo di storia, ma anche un pezzo di noi che il canottaggio lo abbiamo sempre vissuto in prima persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Luciano Michelazzi, padre del canottaggio italiano

TriestePrima è in caricamento