Tragedia in mare, 52enne trovato morto dalla Guardia Costiera

Mauro Primossi, apprezzato tecnico dell'Azienda sanitaria, era uscito in barca a vela, ma la compagna aveva lanciato l'allarme non vedendolo tornare: è stato trovato in mare, legato alla barca alla deriva

Stroncato probabilmente da un malore e trascinato alla deriva dalla barca a vela. È questa la ricostruzione più probabile del tragico decesso di un triestino di 52 anni, Mauro Primossi, tecnico molo apprezzato (lavorativamente e come persona) dell'Azienda sanitaria

Una persona molto sportiva, che si dedicava quasi quotidianamente alla vela: giovedì pomeriggio è uscito in solitaria per un allenamento, ma non è più tornato. A lanciare l'allarme la compagna che non l'ha visto tornare a casa.

A trovarlo per primi sono stati dei canottieri che hanno chiamato la Guardia Costiera: inutili i tentativi estremi di rianimazione; come detto, molto probabilmente Primossi è stato vittima di un malore fatale (ma solo l'autopsia potrà chiarire con esattetta le cause) ed è caduto in mare, ma è rismasto vicino all'imbarcazione perchè, come spesso usa fare chi naviga in solitaria, si era imbragato e legato con una cima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento