Dopo la tragedia

Il ricordo di Rino, morto a 56 anni: "Adesso allestirai il Teatro Paradiso"

L'uomo ha perso la vita in uno schianto fatale con la moto in via Caboto, nella notte tra il 6 e il 7 luglio. Lavorava per una cooperativa che collaborava con il teatro Verdi. Cordoglio dai familiari e dai molti amici

TRIESTE - Si chiamava Rino Damato il 56enne triestino deceduto in un grave incidente in via Caboto nella notte tra il 6 e il 7 luglio. Forse a causa di un malore alla guida, l’uomo si è schiantato con la moto su un camion in sosta e ha riportato un trauma cranico molto grave. A nulla sono valsi i tentativi di rianimazione da parte degli operatori del 118, che hanno dovuto constatare il decesso sul posto. Una tragedia inaspettata che lasciato addolorati e sgomenti i componenti della famiglia e i molti amici della vittima.

Chi era Rino Damato

Damato viveva nel rione di Altura e lavorava per conto di una cooperativa che collaborava con il teatro Verdi di Trieste per gli allestimenti degli spettacoli. Quella sera, infatti, stava tornando dal lavoro ed erano passati circa trenta minuti dalla mezzanotte. Purtroppo Rino non è mai tornato a casa. Così lo ricordano i familiari: “Caro Rino, con te le giornate si coloravano di allegria ,sei stato una persona buona, solare, allegra, disponibile sempre con tutti… ci hai lasciati troppo presto. Sappi che per tutti eri e sarai sempre un raggio di sole. Il tuo ricordo sarà incancellabile nei nostri cuori”.

Un amico, interpellato al telefono, lo definisce "un grande appassionato di motori, aveva tanti amici e aveva sempre un sorriso per tutti. Aveva avuto dei problemi di salute ma di recente si era ripreso". Damato era conosciuto e benvoluto in città e sono molte le manifestazioni di cordoglio sul suo profilo Facebook: "Ti ho incontrato pochi giorni fa - scrive un amico di lunga data - ed eri contentissimo di essere tornato a lavorare al teatro Verdi. E invece, ancora una volta, il destino ha deciso nuovamente (e improvvisamente) che il tuo palco da allestire non sarà più quello, ma sarà un palcoscenico speciale, il teatro Paradiso".

"Sei stata una persona speciale e lo sarai anche in cielo" oppure "che il paradiso sappia accogliere un'anima pura e nobile come la tua", sono alcuni degli innumerevoli commenti che in queste ore riempiono di commozione il profilo del 56enne, evidentemente molto amato e stimato. Lascia la madre, tre sorelle e sei nipoti.

Schianto fatale nella notte in via Caboto: muore un 56enne 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ricordo di Rino, morto a 56 anni: "Adesso allestirai il Teatro Paradiso"
TriestePrima è in caricamento