rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Morto a Trieste Pierluigi Maneschi, presidente di Italia Marittima

Debora Serracchiani lo ricorda come "un imprenditore appassionato e vivace, che dal suo ufficio di Trieste ragionava in grande, progettando, tessendo relazioni, reagendo davanti a ostacoli che non accettava"

Trovato morto a Trieste nella sua abitazione a palazzo Ralli l'imprenditore marittimo toscano Pierluigi Maneschi. Da quarant’anni era agente del colosso taiwanese Evergreen in Italia e da venti era presidente dell’ex Lloyd Triestino ora Italia Marittima. Faceva a lui riferimento anche la TO Delta, che controlla Trieste Marine Terminal.

Il ricordo di Debora Serracchiani

La deputata ed ex presidente del FVG Debora Serracchiani lo rocorda come "un imprenditore appassionato e vivace, che dal suo ufficio di Trieste ragionava in grande, progettando, tessendo relazioni, reagendo davanti a ostacoli che non accettava, ma capace di stupirti per la determinazione con cui portava avanti ciò in cui credeva. Le sue battaglie per una compagnia di shipping nazionale, l'impegno per lo sviluppo delle infrastrutture del porto di Trieste, la fiducia nelle potenzialità del porto franco internazionale, ne hanno fatto un protagonista di rango internazionale nel settore. La sua scomparsa - conclude - lascia un vuoto". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a Trieste Pierluigi Maneschi, presidente di Italia Marittima

TriestePrima è in caricamento