menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucio Fontana, 4 tagli rosso, 1966, idropittura su tela

Lucio Fontana, 4 tagli rosso, 1966, idropittura su tela

Mostra di Lucio Fontana gratis a Natale e Capodanno

Il 25 dicembre e il 1 gennaio il Comune di Monfalcone regala l’ingresso alla mostra Lucio Fontana e i mondi oltre la tela

Il Comune di Monfalcone regala l’ingresso alla mostra Lucio Fontana e i mondi oltre la tela. Tra Oggetto e Pittura, nelle giornate di apertura straordinaria di mercoledì 25 dicembre 2019 e di mercoledì 1 gennaio 2020, con orario dalle 15.00 alle 19.00.

Un omaggio per le festività natalizie voluto dall’Amministrazione comunale che va ad aggiungersi alle gratuità normalmente previste per i residenti a Monfalcone, per gli under 25 anni e per gli over 75. Si ricordano inoltre le visite guidate ogni sabato alle 11.00 e domenica alle 16.00 e nelle giornate di giovedì 26 dicembre e mercoledì 1 gennaio alle ore 16.00. Le visite guidate sono comprese nel costo del biglietto.

La mostra

Partendo da un corpus rilevante di più di trenta opere di Lucio Fontana, tra tele, ceramiche e carte, la mostra cerca di evidenziare, in un periodo compreso tra la fine degli anni quaranta e il 1968, quelle tematiche che hanno rappresentato un nuovo modo di concepire l’arte e che hanno ispirato alcuni tra i linguaggi artistici più importanti, dagli anni cinquanta del secolo scorso sino al presente. Nei celebri Concetti spaziali di Lucio Fontana, in cui materia, dinamismo e artificio si coniugano alla fede nelle nuove scoperte della scienza e della tecnica, prende forma lo Spazialismo, in grado di coinvolgere e influenzare generazioni di artisti. Tra questi anche alcuni futuri maestri, capaci di approfondire e innovare le sue intuizioni nella creazione di nuovi linguaggi.

La ricerca di Fontana si mostra, per molti aspetti, come un vero proprio incipit dell’arte contemporanea. È in quest’ottica che i curatori hanno identificato alcuni artisti (da Piero Manzoni a Agostino Bonalumi e Enrico Castellani, da Alberto Biasi a Gianni Colombo, da Mario Deluigi a Tancredi e Morandis, da Roberto Crippa a Gianni Dova, sino a Giuseppe Santomaso, Ettore Spalletti, Nunzio, Ben Ormenese, Sandro Martini, Riccardo Licata, Gastone Biggi e molti altri) attraverso i quali hanno costruito un percorso espositivo di circa ottanta opere in grado di approfondire in cinque sezioni (Fontana, Protagonisti dello Spazialismo, Azimut e dintorni, Strutture dello spazio, Una pittura nuova) le linee di ricerca in cui si possono riconoscere i mondi di Fontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento