Movida, Cosolini chiede maggiori controlli alle forze dell'ordine

In particolare il sindaco ha chiesto maggiore attenzione alle vie Androna del Torchio e del Pane-delle Beccherie, dove, anche molto tempo dopo la chiusura dei locali, si ripetono scene decisamente inaccettabili

Se la convivenza tra la cosiddetta “movida” e il diritto al riposo dei residenti è un problema comunque non banale e spesso non semplice da equilibrare, vi sono però alcune situazioni, riscontrabili soprattutto in talune specifiche zone, dove gli eccessi si presentano come davvero intollerabili da qualunque punto di vista, sia per il quieto vivere che per il rispetto del decoro urbano.

Si manifestano forme di inciviltà che, in effetti, vanno ben oltre la "movida" in quanto tale, non dipendendo direttamente, in tali casi, neanche dai locali pubblici più vicini nè dai loro orari e modalità di esercizio, e invece producendo autonomamente un “di più” di schiamazzi e intemperanze del tutto fuori limite che non possono che venir sanzionati.

Per questi motivi il Sindaco Cosolini ha chiesto a Questura, Carabinieri e Polizia Locale un impegno congiunto per organizzare un maggior numero di "passaggi dissuasivi" di pattuglie nelle aree più critiche da questo punto di vista, e con cadenza più frequente dopo l'una di notte. Il riferimento va in particolare a vie quali Androna del Torchio e via del Pane-via delle Beccherie, dove, anche molto tempo dopo la chiusura dei locali, si ripetono scene decisamente inaccettabili (come quello di cui avevamo dato notizia qualche giorno fa quando, in Androna del Torchio, i residenti si sono visti insultare da pseudo-rapper).

La richiesta del Sindaco è dunque quella di attuare una collaborazione e una sinergia operativa in modo tale che Polizia Locale e altre Forze dell'ordine, tramite un'opportuna alternanza, possano meglio porre sotto osservazione e strettamente monitorare e affrontare un fenomeno così decisamente fastidioso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento