Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Risse e movida, Roberti: "Urgente tavolo con prefetti", Famulari (Pd): "Dichiarazione di impotenza"

Botta e risposta tra l'assessore regionale alla Sicurezza e la segretaria del Pd di Trieste dopo gli episodi di disordini e violenza in centro lo scorso venerdì. Mentre l'assessore denuncia "comportamenti che possono ostacolare il lavoro degli esercenti, l'esponente dem evidenzia un "problema di disagio giovanile sottovalutato da Dipiazza"

Dopo l'ennesima rissa nella zona di Piazza Venezia e via Lazzaretto Vecchio lo scorso venerdì sera, interviene l'assessore regionale alla sicurezza Pierpaolo Roberti, che chiede ai prefetti del Fvg "un tavolo urgente per parlare di quali provvedimenti prendere e di come affrontare il tema sul fronte dell'ordine pubblico e del disagio sociale che la pandemia ha accentuato e che si trasforma in atti di questo tipo". Comportamenti distruttivi che, secondo Roberti, "rischiano di mettere in discussione la ripartenza di locali e attività turistiche che hanno bisogno di lavorare. Il fatto che ragazzi, spesso anche minori, in stato di alterazione alcolica, siano protagonisti di ingiurie e altri comportamenti violenti preoccupa la cittadinanza e rende difficile l'attività degli esercenti". 

Famulari: "Dichiarazione d'impotenza"

Così risponde Laura Famulari: "Comodo vantarsi di essere l'uomo della sicurezza e poi correre a chiedere aiuto ai prefetti per questioni di risse in strade e piazze di Trieste: questa è una dichiarazione d'impotenza e il solito scaricabarile. Roberti è l'assessore che vorrebbe farsi una polizia regionale ma forse in questo caso dovrebbe rivolgersi al sindaco Dipiazza e al suo vicesindaco Polidori".

Secondo Famulari "Qui in città abbiamo un problema di convivenza civile e disagio giovanile, evidentemente sottovalutato nonostante il moltiplicarsi di brutti episodi con protagonisti anche giovanissimi. Abbiamo denunciato la necessità che il Comune prenda in mano una situazione che è a rischio degrado non solo di fronte ai locali del centro ma anche nelle periferie: è un problema che richiede lavoro di prevenzione e non si risolve mandando una volante. Ma la risposta di Roberti è scaricare sullo Stato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse e movida, Roberti: "Urgente tavolo con prefetti", Famulari (Pd): "Dichiarazione di impotenza"

TriestePrima è in caricamento