Cronaca

Mozione sulle bici, Ln: «Libertà dei ciclisti finisce dove inizia quella dei pedoni»

Lippolis: «I ciclisti maleducati e strafottenti sono un problema», Roberti: «Molte segnalazioni di pedoni che hanno evitato d'un soffio l'investimento»

«Sono davvero contento di aver presentato la mozione per il divieto ai ciclisti di circolare nelle zone pedonali» così dichiara il consigliere della Lega Nord Antonio Lippolis: «Sono contento perché si è accesa una bella discussione sul problema dei ciclisti maleducati e strafottenti. Un problema da risolvere tutti insieme, con il vicesindaco, con gli altri consiglieri e con le associazioni. Non c'è da parte mia la volontà di andare avanti con le mie posizioni a testa bassa ma soltanto di risolvere il problema. Li aspetto e vi aspetto in commissione il giorno 5 settembre per una prima discussione. La libertà dei ciclisti - conclude Lippolis - finisce dove inizia la libertà dei pedoni».

Sostiene fermamente la mozione anche il vicesindaco Pierpaolo Roberti: «Affronta un problema reale e sentito. Ora non so se lo fa nel modo corretto e se questa sia la soluzione, avremo tempo per discuterne in aula, ma senz'altro qualcosa bisogna fare. Sempre più spesso arrivano segnalazioni di pedoni che hanno evitato d'un soffio l'investimento da parte di qualche incivile e anche il consigliere Piero Camber solo un mese fa aveva posto l'attenzione sulla pericolosità delle biciclette che transitano sul marciapiedi a Barcola. Come già detto altre volte, non c'è alcuna battaglia contro i ciclisti, ma contro i maleducati, di tutti i tipi, e la continueremo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozione sulle bici, Ln: «Libertà dei ciclisti finisce dove inizia quella dei pedoni»

TriestePrima è in caricamento