menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Successo a Muggia per i "Nonni paletta"

Boom di domande a Muggia per i volontari che assicurano la sorveglianza a ingressi e uscite degli alunni nei plessi scolastici della cittadina rivierasca

Scadevano lunedì 22 alle 12 i termini per la presentazione delle domande di autocandidatura per i nuovi "nonni paletta” 2016-17 del Comune di Muggia, i volontari che assicurano la sorveglianza a ingressi e uscite degli alunni nei plessi scolastici della cittadina rivierasca; una presenza orma familiare davanti alle scuole del territorio, visto che il servizio è attivo da oltre vent’anni. 

Come da iter consolidato ormai, l’amministrazione comunale muggesana aveva infatti diramato l’avviso indirizzato a tutti coloro che avessero intenzione di dedicare un po’ del proprio tempo per permettere ai bambini muggesani di andare a scuola in maggior sicurezza. 

Semplici i requisiti richiesti per poter presentare domanda -essere pensionati o disoccupati e, alla scadenza del 22 agosto, essere in una forbice anagrafica compresa tra i 50 e i 70 anni di età- e quattro gli istituti interessati - la scuola elementare “Loreti” di Aquilinia e i tre istituti di viale D’Annunzio (“De Amicis”, “Bubnic” e “Nazario Sauro”).

Sicurezza, ecologia, ma anche utilità sociale: questo è certamente anche un indiscutibile disincentivo all’emarginazione di chi ha superato qualche “anta” e un incentivo, se pur minimo, alla pensione. Il costo complessivo del progetto a carico del Comune è infatti di poco 3108 euro per i primi 3 mesi dell’anno, con un compenso per i nonni di 6 euro a prestazione.

Allo scadere dei termini, però, si era palesata fra molti la preoccupazione di una scarsa risposta
considerando anche lo sfortunato “mandato” dell’anno scorso quando soltanto in tre avevano presentato domanda per l’attività del 2015. Una situazione che era andata poi aggravandosi con le dimissioni per motivi di salute, durante il corso dell’anno, di uno dei “nonni paletta”. Fatto che aveva di fatto dimezzato i vigilanti rispetto al passato.

«È un servizio prezioso molto apprezzato dalle famiglie e dal personale scolastico» aveva detto qualche giorno prima l’assessore Stefano Decolle alla vista di una sola domanda presentata. “Un servizio dall'altissimo valore sociale che ribadisce l'impegno dell'Amministrazione a garantire da un lato l'incolumità dei suoi concittadini più piccoli e a offrire, dall’altro, ad alcuni concittadini non più giovanissimi, esclusi dai processi produttivi, la possibilità di continuare a essere utili agli altri percependo un compenso seppur minimo. Ed è per questo che la minor adesione dell’anno scorso aveva lasciato tutti amareggiati. Da un lato perché denotava un evidente venir meno del senso civico e dell’impegno rivolto al prossimo da parte della comunità muggesana che annovera invece un consistente numero di possibili candidati coi requisiti dell’avviso; dall’altro perché faceva emergere come il terrorismo creatosi oggigiorno intorno al concetto di responsabilità –in particolar modo se legato a minori- avesse effettivamente sortito il risultato dell'astensione a fronte di qualsiasi eventuale problematica legata ai giovani. Speriamo che quest’anno vada meglio…» 

E così è stato.  A chiusura dei termini sono state ben 7 le domande pervenute, due in più rispetto al necessario. A seguito della valutazione dei titoli da parte di una apposita commissione e successivo accertamento dell'idoneità psicofisica e del godimento del requisito di buona condotta morale e civile degli aspiranti, gli incarichi sono stati quindi affidati e comunicati ai diretti interessati.

Glavina Ezio per la “Loreti” di Aquilinia, Verde Michele per la “De Amicis”, Galluzzi Lucia per la “Bubnic” e Cassano Filomena per la “Sauro”: sono questi i nuovi nonni paletta muggesani! New entry, quindi, solo le due signore che si affiancheranno ai due ormai ”veterani” Ezio e Michele che già l’anno scorso avevano prestato servizio aiutando i nostri ragazzi ad andare a scuola in sicurezza.

«Un ringraziamento va in primis ai due signori che hanno rinnovato la propria disponibilità specie alla luce del grande impegno già speso l’anno scorso – ci ha tenuto a sottolineare l’assessore Decolle- e poi alle due signore che hanno scelto ex novo di impegnarsi quest’anno offrendo il proprio tempo ai nostri ragazzi.  A tutti grazie, per l’entusiasmo e la dedizione con cui siamo certi svolgerete questo vostro quotidiano impegno verso la comunità ed i suoi giovani».
 
  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La zona gialla torna dal 26 aprile: ristoranti aperti anche la sera

  • Cronaca

    Operatori sanitari in piazza contro l'obbligo vaccinale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento