rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Viabilità / Muggia

Muggia verso il raddoppio della galleria

Dalla Regione un finanziamento di 12 milioni. Roberti: "Il nuovo tunnel potrà sostenere il doppio senso di marcia, per rendere scorrevole il traffico da e verso il litorale e la frontiera, con la possibilità di pedonalizzare il mandracchio”. Polidori: "A beneficiarne sarà la fluidità nella circolazione, ma anche lo sviluppo turistico del litorale fino al confine"

Muggia guarda all’atteso intervento di raddoppio della galleria, grazie ai 13 milioni stanziati dalla Regione nel corso dell’assestamento di bilancio, manovra approvata la scorsa settimana nell’aula del consiglio regionale. Questa mattina, a parlare dello stanziamento di risorse e dell’opera futura, sono stati l’assessore regionale alle Autonomie Locali Pierpaolo Roberti e il sindaco di Muggia Paolo Polidori, nel corso di una conferenza stampa fuori dalla galleria.  

Roberti evidenzia che “a poche settimane dall’insediamento della nuova Amministrazione comunale guidata da Paolo Polidori, la storica galleria di Muggia è stata chiusa a causa di alcuni crolli, mostrando da una parte i segni del passaggio del tempo e dall’altra la fragilità di una viabilità che per troppi anni si è retta su un’unica fragile infrastruttura. Da quel momento Regione e Comune hanno quindi lavorato in piena sintonia per individuare la soluzione più adatta al problema, rispolverando progetti vecchi di decenni, realizzati quando già si era pienamente consapevoli delle necessità di interventi pienamente risolutivi che poi però non sono andati in porto a causa della mancanza di risorse”.

L'assessore aggiunge che “attraverso l’assestamento di bilancio appena approvato, che prevede uno stanziamento di 13 milioni di euro per questo intervento a Muggia, non ci si è limitati a finanziare la messa in sicurezza della galleria esistente, ma la Regione ha messo a disposizione le risorse per costruirne un’altra o ampliare l’esistente. Il nuovo tunnel potrà sostenere il doppio senso di marcia, di modo da rendere scorrevole il traffico da e verso il litorale muggesano e la frontiera, offrendo anche la possibilità di pedonalizzare il mandracchio”.

“Pensiamo”, aggiunge Polidori “a cosa potrà portare questo enorme cambiamento nella viabilità che attraverserà Muggia, perché non necessariamente sarà un raddoppio della galleria, ne voglio parlare infatti come ‘viabilità da Trieste a Lazzaretto’: a beneficiarne sarà la fluidità nella circolazione, ma anche lo sviluppo turistico del litorale fino al confine, con un enorme potenziale incremento del cicloturismo, ed ultimo ma non ultimo, la totale pedonalizzazione del centro storico, che potrà diventare una vera perla nell’offerta turistica complessiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muggia verso il raddoppio della galleria

TriestePrima è in caricamento