Multa di 1500 euro per mormore e riboni non tracciati, il sequestro donato ai poveri

L'operazione è avvenuta nella giornata di ieri 4 marzo nel mandracchio di Muggia ed è stata condotta dalla Capitaneria di porto di Trieste

Nella giornata di ieri, 4 marzo, il Nucleo pesca della Capitaneria di porto di Trieste ha sanzionato un pescatore sulla cui imbarcazione "di professionisti autorizzati alla vendita diretta" e ormeggiata nel mandracchio di Muggia, sono stati rinvenuti circa otto chilogrammi di pesce e molluschi "privi di informazioni attestanti la tracciabilità del prodotto". La multa comminata è stata pari a 1500 euro. L'ispezione è stata effettuata assieme a "personale ispettivo dell’Azienda Sanitaria universitaria Giuliano-Isontina" nell'attività rivolta "soprattutto al controllo dei punti di sbarco e vendita diretta del pescato nei porti del litorale regionale". 

In beneficenza

Il pescato "è stato pertanto sequestrato e, nella parte ritenuta idonea al consumo umano (mormore e pagelli), devoluta in beneficenza alla mensa dei Frati di Montuzza". Il controllo ha "imposto alcune prescrizioni legate alle modalità di svolgimento della vendita di diretta da parte dell’impresa di pesca", vendita che dovrà essere conferita al mercato ittico di Trieste. L'attività del motopeschereccio continuerà  sino all’adempimento delle prescrizioni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento