Domenica, 21 Luglio 2024
Il bilancio dell'ottava edizione / Muggia - San Dorligo

Buskers Festival, a Muggia un'edizione da oltre 7000 spettatori

Gli spettatori che hanno seguito gli eventi messi in scena all’interno dello chapiteau, il grande tendone allestito in piazzale Alto Adriatico, sono stati poco meno di 2000, mentre oltre 5000 sono quelli che hanno assistito agli eventi in programma nelle diverse location del festival. IL direttore artistico, Riccardo Strano: "E' assodato che il festival è tra i più importanti d’Italia nel mondo del circo contemporaneo"

MUGGIA – È un bilancio più che mai positivo quello dell’ottava edizione del Muja Buskers Festival, cinque giorni di circo contemporaneo e teatro che anche quest’anno ha portato a Muggia migliaia di persone. Gli spettatori che hanno seguito gli eventi messi in scena all’interno dello chapiteau, il grande tendone allestito in piazzale Alto Adriatico, sono stati poco meno di 2000, mentre oltre 5000 sono quelli che hanno assistito agli eventi in programma nelle diverse location del festival. 

Le parole del direttore artistico

“Siamo felici del clamore del pubblico di questa edizione – così ha commentato il direttore artistico, Riccardo Strano – è ormai assodato che il festival è tra i più importanti d’Italia nel mondo del circo contemporaneo grazie all’attenzione che il pubblico pone ai contenuti artistici degli spettacoli di elevata qualità e con una grande cura per i giovani artisti che giungono ogni anno al festival”. “Il festival è reso possibile grazie al supporto e contributo del Comune di Muggia anche se per l’entità e la grande dimensione che la manifestazione ha assunto, i finanziamenti che provengono del Ministero della Cultura, della Regione Friuli Venezia Giulia e di Io Sono FVG sono fondamentali. Inoltre, il progetto è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Pietro Pittini. Ma l’offerta culturale che il festival ogni anno condivide con i partecipanti cresce anno dopo anno e, di pari passo, crescono le esigenze per riuscire a mantenere alto il livello della manifestazione”. 

L'ottava edizione è un arrivederci

Con artisti provenienti da diversi paesi europei (Spagna, Francia e Slovenia), ma anche dall’America centrale (Messico), il Muja Buskers Festival attira migliaia di spettatori a Muggia, con un significativo indotto economico per le attività commerciali della cittadina rivierasca. “Siamo orgogliosi di aver portato a termine anche quest’anno un compito non facile, ovvero l’organizzazione di un festival - commenta il presidente dell’associazione Sparpagliati Anna Zecchini -, che produce cultura, regala momenti di magia ai bambini e attimi di spensieratezza alle tante famiglie che assistono agli spettacoli. E’ per noi una grande soddisfazione poter continuare a contare sull’apporto di decine di volontari che ogni anno offrono la propria opera gratuitamente”. Nell’ambito della partecipazione, Zecchini conferma come i numeri dell’ottava edizione siano molto positivi, anche se sottolinea come “molto va ancora fatto per riuscire a coinvolgere appieno tutta la comunità muggesana. Infatti, la funzione sociale del festival si traduce anche così”. Appuntamento quindi al prossimo anno, per la nona edizione del festival di circo più amato da grandi e piccini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buskers Festival, a Muggia un'edizione da oltre 7000 spettatori
TriestePrima è in caricamento