Muja Buskers Festival, a Muggia tornano artisti e acrobati

La grande novità dell'edizione 2020 è il tendone allestito nel piazzale Alto Adriatico, ma anche altre location accoglieranno i vari appuntamenti, grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Comune di Muggia.

Presentata ufficialmente nella mattinata di giovedì 20 agosto, l’edizione 2020 del Muja Buskers Festival, una serie di spettacoli di circo contemporaneo che si terranno a Muggia dal 23 al 30 agosto. A illustrare l’evento, giunto alla quarta edizione, organizzato dall’ associazione Sparpagliati, grazie a Comune di Muggia e Regione FVG, sono stati Andrea Lovrecic, presidente di Sparpagliati, il direttore artistico Riccardo Strano, il sindaco di Muggia Laura Marzi e l’assessore comunale Stefano Decolle. La grande novità è il tendone allestito nel piazzale Alto Adriatico, ma anche altre location accoglieranno i vari appuntamenti, grazie alla disponibilità e alla collaborazione del Comune di Muggia. La Regione FVG sostiene l’evento attraverso l’assessorato alla Cultura. Tutto sarà effettuato nel massimo rispetto delle norme di sicurezza per il contenimento del virus.

Modalità di accesso

La principale novità riguarda l’ ingresso agli spettacoli, che sarà sempre gratuito ma con obbligo di prenotazione online sul sito www.mujabusker.com. I posti sono limitati, per rispettare tutte le norme anti Covid 19 attualmente in vigore. Alcuni spettacoli registrano già il tutto esaurito. Tutti insieme per Muggia - Un messaggio importante è rivolto alla gente: rispettiamo tutti le norme per la riuscita ottimale nel festival. E gli organizzatori lanciano un invito simpatico al pubblico “Torniamo bambini, facciamo finta di portare con noi, agli spettacoli, un amico immaginario. Sarà colui che siederà virtualmente accanto a noi, e ci consentirà di mantenere il distanziamento adeguato e richiesto”.

Gli spettacoli

I tendone allestito nel piazzale Alto Adriatico, da domenica 23 agosto, ospiterà Magdaclan, giovane compagnia di acrobati e musicisti di circo contemporaneo, senza animali, che unisce l’immaginario tradizionale del tendone da circo all’innovazione di un linguaggio contemporaneo, poetico, multiforme, in un’atmosfera popolare e d’incanto. MagdaClan è una delle più amate compagnie italiane di circo contemporaneo, definito come “un corpo collettivo, con i muscoli pulsanti e la mente aperta che sprigiona emozioni sincere”. 
Il gruppo, formato da acrobati, musicisti e tecnici, porta avanti, con passione e fatica, il sogno comune di diffondere meraviglia attraverso i codici del nuovo circo. Ma gli spettacoli e le altre iniziative sono previste anche al Teatro Verdi, alla Biblioteca e all’ Oratorio Penso.

Ad arricchire il calendario saranno poi gli Anticorpi Liberi, in una creazione originale per il Muja Buskers Festival. Il corpo al centro di una ricerca artistica che indaga le reazioni dell’uomo con il progresso dal passato al presente. E poi il “Circo All’incirca” in Cabaret di circo: KM0. E ci sarà anche un gruppo di artisti, pronti a creare sul posto uno spettacolo che nascerà e crescerà proprio a Muggia.

Un’edizione “che cura” 

Così è stata definita, con il forte desiderio di prendersi cura uno dell’ altro. Cura del pubblico, per regalare a tutti grandi emozioni, per riprendere a valorizzare il piacere di stare insieme, il valore della vita sociale dopo il lockdown. Cura degli artisti, che avranno la possibilità di ricevere un’iniezione di positività e incoraggiamento dagli spettatori, dopo i mesi di stop. Cura di Muggia e del territorio, che potrà godere di un evento in grado di coinvolgere i cittadini e di attirare i turisti. Programma Ufficiale Muja Festival 2020-2

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento