Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Multe a Miramare, Roberti (LN): «Amministrazione contro le esigenze del territorio»

Il segretario provinciale della Lega Nord Pierpaolo Roberti in merito alle multe date ai bus in sosta al Castello di Miramare

«Le multe ai turisti a Miramare sono emblematiche dell'oceano che separa gli attuali amministratori dalle esigenze del territorio». Lo dichiara il segretario provinciale della Lega Nord Pierpaolo Roberti. «Settembre 2015: il ministro Franceschini, scortato da tutti i papaveri locali del Partito Democratico, annuncia grandi cambiamenti per il parco e il castello di Miramare e si sofferma entusiasticamente sulle enormi potenzialità dell'area; aprile 2016: quattro pullman di turisti vengono multati per aver parcheggiato fuori dalle strisce blu nell'area antistante l'ingresso del sito turistico».

«Sembra una barzelletta - commenta Roberti - ma è la triste realtà, che rappresenta pienamente la totale incapacità degli attuali amministratori di andare oltre i titoli sui giornali e di confrontarsi invece con i problemi quotidiani che interessano il territorio. Inutile dunque parlare di competenze nella gestione dell'area e delle sue risorse quando non si è nemmeno in grado di mettere d'accordo i soggetti competenti per creare spazi idonei alla sosta dei mezzi, o per evitare quantomeno che essi vengano multati per infrazioni conseguenti esclusivamente all'assenza di servizi».

«Se il futuro di una Trieste che dovrebbe tornare grande è messo nelle mani di amministratori che premiano i turisti arrivati in città con multe e con lo spettacolo indegno del parco di Miramare, siamo davvero rovinati. Per fortuna - conclude Roberti - a giugno queste persone verranno messe nelle condizioni di non nuocere più alla comunità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe a Miramare, Roberti (LN): «Amministrazione contro le esigenze del territorio»

TriestePrima è in caricamento