Tragedia di Borgo San Sergio, Osservatorio NUE: "Mezzi di soccorso 20 minuti dopo la chiamata"

La denuncia, se dovesse essere confermata, è di quelle pesanti: "L'operatore non sembrava in grado di individuare la via indicata e passava la telefonata alla sala operativa dei Vigili del Fuoco. Finalmente ci si accorgeva che la Centrale NUE 112 aveva fornito un indirizzo errato: via dei Battigelli invece che via Rodolfo Batagely"

Foto tratta da facebook

La denuncia, se dopo le dovute verifiche dovesse venir confermata, e' di quelle pesantissime. Secondo Osservatorio NUE 112, l'episodio della morte della signora deceduta nell'incendio della sua abitazione di via Batagely ieri a Trieste, sarebbe da ricondursi ad un errore di comunicazione del Numero Unico per le Emergenze. I Vigili del Fuoco sarebbero arrivati presso la casa di Borgo San Sergio circa 20 minuti dopo la chiamata

La vicenda

Ieri mattina presto - come emerge dalla "denuncia" di Osservatorio NUE 112 - il numero unico per le emergenze veniva allertato per "incendio appartamento con persona all'interno che non rispondeva in via Batagely 11 a Trieste. Dopo circa 15 minuti, visto che non arrivava nessuno, veniva ricontattato il NUE 112 per sollcecitare i soccorsi, l'operatore della Centrale non sembrava in grado di individuare la via indicata e quindi passava la telefonata alla sala operativa dei Vigili del Fuoco. Finalmente - si legge nella nota - ci si accorgeva che la Centrale NUE 112 aveva fornito un indirizzo errato: via dei Battigelli invece che via Rodolfo Batagely, che si trova in tutt'altra parte della città. Nel frattempo l’automedica e l’autoambulanza del 118 erano già giunte in via Battigelli, dove non c’era nessuna traccia d’incendio e neppure esisteva il numero civico 11".

La vittima

Solo a quel punto si sono recati a Borgo San Sergio

"Quindi - sempre nella nota - sia i pompieri che i sanitari venivano dirottati all’indirizzo giusto: via Batagely. Veniva fatta uscire anche l’autoambulanza BLSD che si trovava nella postazione 118 distante 700 metri dal luogo dell’incendio e l’autopompa dal distaccamento dei pompieri di Muggia, a 3 minuti di strada. I mezzi di soccorso arrivavano sul posto intorno alle 7.15, venivano iniziate le operazioni di spegnimento del fuoco,la signora vittima dell’incendio veniva portata all’aperto, ma dopo i tentativi di rianimazione, ne veniva constatato il decesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ricostruzione da parte di Osservatorio NUE 

Secondo Osservatorio quindi, "l’allarme è pervenuto alla Centrale NUE 112 alle ore 6.53.I mezzi di soccorso sono arrivati sul posto dell’incendio 20 minuti dopo. La caserma dei pompieri di Muggia dista 2.7 km dal luogo dell’incendio, percorribili da un’autopompa con sirena in circa 3 minuti. La postazione dell’autoambulanza BLSD dista 700 metri, percorribili in meno di un minuto". Una signora è deceduta nel suo appartemento, avvolta dalla fiamme. Se la denuncia di Osservatorio NUE 112 dovesse venire confermata, allora sì che le responsabilità di chi ha sbagliato dovrebbero emergere in opportune sedi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Tragedia sulle rive: cinquantenne muore dopo una caduta in mare

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

Torna su
TriestePrima è in caricamento