San Giusto, Risiera e Foiba trainano il turismo a Trieste: tutti i dati dei musei nel 2019

Sul podio finiscono il castello di San Giusto, la Risiera di San Sabba e il monumento alla foiba di Basovizza. Molto bene anche il Revoltella, Winckelmann, l'Acquario, Risorgimento e il museo di Svevo e Joyce. In picchiata il Sartorio e il Petraschesco, leggera flessione per il museo del Mare. Tra le biblioteche spunta il 203 per cento in più della Quarantotti Gambini

Nel 2019 il turismo museale a Trieste è cresciuto del 10 per cento rispetto all'anno precedente, registrando oltre 670 mila visitatori e abbattendo il muro del milione di presenze considerato sull'offerta culturale complessiva. I numeri da capogiro riguardano i musei Civici del capoluogo regionale e sono stati presentati questa mattina durante una conferenza stampa indetta dall'assessore alla Cultura Giorgio Rossi. "E' una delle migliori aziende che l'amministrazione possiede" ha ricordato Rossi. Durante l'incontro riservato alla stampa è intervenuta anche la direttrice dei Musei Civici triestini, Laura Carlini Fanfogna. "Dietro agli ottimi risultati c'è un lavoro che rimane nascosto". 

Musei 1-2

L'anno record del turismo museale: la conferenza

La classifica vede al primo posto il maniero sul colle di San Giusto con poco meno 130 mila visitatori, seguito a ruota dalla Risiera di San Sabba con 128 mila e il monumento alla foiba di Basovizza con 122 mila. Dal punto di vista museale sono significativi anche i dati del museo Revoltella che registra 62 mila visitatori, seguito dal museo dedicato a Winckelmann con 58 mila ed infine dall’Acquario con 54 mila. 

Musei 2-2-3

Male invece il museo Sartorio che nel 2019 crolla facendo registrare un meno 41 per cento (passando dai 12.459 visitatori del 2018 ai 7262 di quest'anno) come pure il museo Petrarchesco che scende dai 1718 ai 1096 visitatori; leggera flessione invece per il museo del Mare coon un meno 10 per cento rispetto al 2018. Tra le biblioteche spiccano i dati della Quarantotti Gambini (tra le altre cose al centro della protesta per la drastica riduzione degli orari che porterà il caso in Commissione ndr) che segnano un incremento del 203 per cento dal 2018 all'anno appena passato. 

Musei 3-2-2

Sugli eventi arretra Trieste Estate che passa dai 77 mila visitatori ai 69 mila, mentre il Salone degli Incanti, senza contare il flop della mostra su D'Annunzio (ma anche il grande risultato dell'esposizione delle opere di Escher che dopo poco tempo dalla sua apertura segna già oltre 25 mila presenze), registra un incremento dell'87 per cento, portando oltre 72 mila visitatori negli spazi espositivi. 

Musei 4-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Sfonda la porta di casa del cugino ai domiciliari e l'accoltella: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento