Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Chiarbola - Servola - Valmaura / Via di Servola, 88

Servola omaggia Nadia Toffa: inaugurato il murales che la ricorda

L'opera "Look up", realizzata dall'artista triestino Gabriele Bonato, è stata presentata questa mattina nel rione che aveva accolto l'impegno della giornalista prematuramente scomparsa

E’ stato inaugurato nella mattinata di oggi 7 gennaio “Look Up”, il murale dell'artista Gabriele Bonato che ricorda la giornalista Nadia Toffaa e che simboleggia la “rinascita” dello storico e popolare rione triestino dopo la chiusura dell'area a caldo della Ferriera. Il murale, fortemente voluto dall'assessore ai Giovani Francesca De Santis e dai colleghi di partito Michele Babuder e Alberto Polacco, rappresenta solamente l'ultimo in ordine di tempo realizzato all'interno del progetto Chromopolis, (coordinato dal PAG e reso possibile grazie al contributo della Fondazione Pietro Pittini, alla collaborazione con Edilmaster - La Scuola Edile di Trieste e alla consulenza artistica di Inward – Osservatorio Nazionale sulla Creatività Urbana). 

All’inaugurazione sono intervenuti, oltre ai rappresentanti forzisti, anche la presidente della Fondazione Pietro Pittini, Marina Pittini, il direttore della scuola Edilmaster Walter Lorenzi, l’artista Gabriele Bonato con i suoi collaboratori, e l’assessore comunale ai Servizi generali Lorenzo Giorgi, il presidente della VII Circoscrizione Stefano Benobich, la responsabile del Servizio Giovani del Comune Donatella Rocco, nonché diversi abitanti del rione. 

Le parole dell'assessore De Santis

“C’è orgoglio e soddisfazione - ha spiegato l’assessore comunale Francesca De Santis - nel vedere realizzata in meno di un anno questa opera d’arte partita e richiesta dai cittadini. Questo murale è dedicato alla giornalista scomparsa Nadia Toffa, che tanto si è impegnata per la nostra città portando la questione ‘Ferriera’ sul palcoscenico nazionale. Oggi vogliamo ricordarla con questa meravigliosa opera che attraverso un’ allegoria la ricorda volgendo lo sguardo verso il cielo e verso una vita del rione”. 

Il progetto

Grazie a Chromopolis, ha ricordato la De Santis "siamo riusciti a far lavorare giovani artisti che hanno messo in campo la loro creatività, donando colore e nuova energia a tante superfici che oggi hanno una nuova vita. Anche nel corso di quest’anno - ha concluso l’assessore De Santis - continueremo ancora a favorire la realizzazione di nuove opere e interventi in ulteriori altre parti della città”. Per la realizzazione un gruppo di studenti della Scuola Edilmaster di Trieste ha affiancato l’artista Gabriele Bonato, in arte Ver_tical. Pittore, scultore, performer e scenografo, Bonato è stato premiato in numerosi concorsi che lo hanno visto esporre anche al Chelsea Art Museum di New York. 

Il significato dell'opera

Nell’opera “Look up”di Bonato, la Ferriera spicca sul bacino della città con i suoi mastodontici impianti, gli altoforni e le ciminiere, a testimonianza di un mondo industriale concepito in anni lontani. Un braccio meccanico, simile ad un fiore di acciaio, si erge verso l'alto e su di esso si posa uno splendido volatile: Nadia, nome che significa speranza. Il messaggio veicolato dall'artista è che solo attraverso l'esperienza elevata dell'amore e della bellezza si potrà generare un futuro armonioso, lo stesso su cui si basa la creazione delle stelle.

Gli altri artisti coinvolti

“Look Up” è il primo murale del progetto Chromopolis realizzato su una proprietà di un privato ed è l’ultimo dei cinque interventi artistici del recente StreeTSart Festival che, seppure con le difficoltà in tempo di Covid, ha riqualificato superfici dislocate in diverse zone della città grazie agli artisti Sara e Davide Comelli, Emanuele Poki, Fabrizio Di Luca, Matteo Rota, Elisa Vladilo e gli studenti di Edilmaster.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servola omaggia Nadia Toffa: inaugurato il murales che la ricorda

TriestePrima è in caricamento