Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Chiarbola - Servola - Valmaura

Lasciò il cuore a Servola, ora Nadia Toffa rivivrà in un murales nel "suo" rione

La proposta è stata presentata da Michele Babuder e Alberto Polacco di Forza Italia per ricordare la giornalista delle Iene scomparsa la scorsa estate all'età di 40 anni

Trieste potrebbe ricordare Nadia Toffa attraverso un murales da commissionare a qualche professionista del settore. La proposta, che ricalca il trend avviato dall'amministrazione comunale grazie ai progetti Chromopolis e realizzati a Valmaura, Borgo San Sergio e in altri rioni della periferia cittadina, arriva dai consiglieri di Forza Italia, Michele Babuder e Alberto Polacco, che questa mattina hanno depositato una mozione affinché Trieste dedichi un omaggio ad imperitura memoria alla giornalista delle Iene.  

Nadia Toffa, morta all'età di 40 anni il 13 agosto 2019, aveva realizzato diversi servizi a Trieste e in particolar modo sul "nodo" Ferriera. Proprio nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia la Toffa aveva accusato un malore. Ricoverata all'ospedale di Cattinara e successivamente al San Raffaele di Milano, la giornalista delle Iene si era dovuta assentare per un paio di mesi dalla redazione. Al suo ritorno in televisione, la Toffa aveva dichiarato di avere un tumore. 

La proposta, arrivata a qualche giorno dalla tanto attesa chiusura dell'area a caldo dello stabilimento di Servola e che è stata fatta propria da Forza Italia in virtù di una telefonata del cittadino Nevio Tul a Sveglia Trieste, invita l'assessore competente a "valutare la possibilità di realizzare il murales come segno di affettuoso riconoscimento per il suo impegno e per l'attaccamento dimostrato alla città di Trieste".

L'assessore Francesca De Santis, che ha ripreso in mano il progetto Chromopolis datato 2016 e che "trasformato" intere zone della periferia triestina, si è detta "molto favorevole" all'idea. "Il murales di Nadia Toffa, che pensiamo debba trovare spazio nel rione di Servola, rientrerà nel completamento del progetto Chromopolis, che tra le altre ho intenzione di portare avanti finno al 2021 con la realizzazione di murales su tutti i muri inseriti all'epoca". 

"Nadia Toffa ha voluto bene a questa città - ha concluso la giovane forzista - e crediamo che attraverso il murales a lei dedicato, si possa unire la rivalutazione di zone periferiche al doveroso ricordo verso la giornalista". La mozione verrà quindi discussa all'interno delle prossime commissioni, in un dibattito che sembra essere una pura formalità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lasciò il cuore a Servola, ora Nadia Toffa rivivrà in un murales nel "suo" rione

TriestePrima è in caricamento