rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Gli ortodossi festeggiano Natale e Capodanno, abeti in piazza fino al 15 gennaio

Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ha voluto rinnovare l'iniziativa partita nel 2019 per "omaggiare le storiche comunità che festeggiano il Natale e il Capodanno rispettivamente il 7 e il 14 gennaio"

Il Comune di Trieste ha deciso di prorogare la presenza degli abeti nelle principali piazze del centro cittadino in "segno di omaggio" verso la comunità ortodossa triestina che il 7 e 14 gennaio si appresta a festeggiare rispettivamente il Natale e il Capodanno. Le due date seguono l'antico calendario Giuliano e vedranno coinvolti migliaia di serbi, ma anche i montenegrini, macedoni, russi, bielorussi, ucraini e moldavi presenti storicamente a Trieste. 

Il sindaco Roberto Dipiazza ha ribadito la "fraterna condivisione della Festa più bella dell'anno con le diverse e numerose comunità di fede cristiana ortodossa che vivono e lavorano nella nostra città, ovvero con i nostri cittadini appartenenti alle comunità storiche qui insediatesi da secoli, con la fondazione dell'Emporio e della Trieste moderna, e con le tante persone che giungono oggi a Trieste per motivi di lavoro provenienti dai Paesi dell'Europa orientale".

Per il primo cittadino l'omaggio è rivolto "anche a usanze e valori culturali, religiosi e familiari che condividiamo. E in questo modo  - ha concluso Dipiazza -dare un'ulteriore testimonianza della particolare storia della nostra città e del suo ruolo peculiare nel cuore di questa parte d'Europa”. Gli abeti rimarranno accesi nelle piazza triestine fino al 15 gennaio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ortodossi festeggiano Natale e Capodanno, abeti in piazza fino al 15 gennaio

TriestePrima è in caricamento