Ok del governo per la nave ospedale, Russo: "Riccardi ha detto una bugia"

Per Russo "è una decisione assunta dal presidente Fedriga nell’ambito di un fondo per il quale ogni Regione è soggetto attuatore e ha una cifra di propria competenza"

"Non c’è stato nessun via libera da parte del governo sulla nave/lazzaretto nel porto di Trieste: l'assessore Riccardi ha detto una bugia". Con la dichiarazione del dem Francesco Russo, divampa la polemica in merito alla nave Allegra che, secondo il numero due della giunta Fedriga, avrebbe ricevuto l'ok da parte dell'esecutivo. Per Russo "è una decisione assunta dal presidente Fedriga nell’ambito di un fondo per il quale ogni Regione è soggetto attuatore e ha una cifra di propria competenza". 

La questione della nave - ancora ormeggiata nel porto di Napoli - tiene banco tra gli esponenti politici regionali. Nel pomeriggio si è registrata la contrarietà da parte di molti partiti e, in alcuni casi, sembra che un certo mal di pancia sia diffuso anche tra la stessa maggioranza. "E’ sbagliato quindi parlare di via libera da parte del governo - prosegue Russo - ma solo di autorizzazione amministrativa della Protezione Civile che semplicemente, prende atto della scelta sulla base della relazione presentata dai vertici dell’Azienda Sanitaria. Vertici che, come sappiamo, sono nominati sempre da Fedriga e Riccardi". 

Russo continua indicando che sarebbe la stessa Protezione Civile a riservarsi di "valutare l'effettiva assenza di soluzioni alternative, così come dichiarato dalla Regione". Quelle soluzioni alternative che, inizialmente, avevano coinvolto, senza successo, gli albergatori del capoluogo regionale. "Sono stati Fedriga e Riccardi a volere la nave" ribadisce Russo. "Scelta che resta incomprensibile visto che, come ho dimostrato ieri, le soluzione alternative ci sono".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine la stoccata. Secondo Russo le ipotesti alternative ci sono, a patto che "i numeri dei positivi nelle RSA a Trieste comunicati fino ad adesso siano molto più bassi di quelli reali. Solo in questo caso la soluzione della nave sarebbe spiegabile perché servirebbero tantissimi posti letto. Se fosse così, però, sarebbe difficile da accettare che, fino ad oggi, sui contagi non sia stata raccontata la verità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • La segnalazione: "Il ponte sul canale prima o poi viene giù". Il Comune: "A novembre via ai lavori"

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento